5.1 C
Comune di Legnano
mercoledì 3 Marzo 2021

LEGNANO – Il Ministro del Lavoro Giuliano Poletti in visita alla Franco Tosi

Ti potrebbe interessare

Addio al dj Claudio Coccoluto

Si è spento a 59 anni, nella sua casa di Cassino, dopo una lunga malattia, il noto dj Claudio Coccoluto, uno dei più conosciuti...

Un progetto a sostegno delle donne che affrontano la malattia oncologica a Legnano

Al via a Legnano ad una particolare raccolta di fondi, in occasione dell'8 Marzo, Festa della Donna, organizzata dalle associazioni T-CLAR e By hand-Giancarlo...

Dopo le scatole di Natale Castellanza si impegna per il “Sacchettuovo”

In vista delle feste di Pasqua, a Castellanza c’è già chi si mobilita a favore dei più bisognosi. Dopo la raccolta delle scatole di Natale,...

L’ospedale di Cuggiono apre una nuova sede per le vaccinazioni anti Covid-19

Lo ha reso noto nelle scorse ore l’ASST Ovest Milanese: da giovedì 4 marzo entrerà in funzione negli spazi del Centro Prelievi dell’ospedale di...

La reazione dei Sindacati e’ positiva: “Segnale di vicinanza importante, ma adesso confidiamo in aiuto concreti”
Edoardo Barra FIM CISL Milano Metropoli: “Il coraggio dell’imprenditorialità italiana va premiato”. Beppe Oliva Segretario CISL Milano Metropoli: “Il rilancio della Tosi segnale di ripresa per tutto l’Alto Milanese, premiato il coraggio dell’azione sindacale della FIM CISL”
“La presenza del Ministro del Lavoro Giuliano Poletti è un segno di vicinanza importante. E’ il giusto riconoscimento al coraggio dell’imprenditoria italiana, significa che il Governo c’è. Ora però attendiamo fatti concreti per premiare gli sforzi profusi in questi mesi, sia da Presezzi (l’acquirente della Franco Tosi ndr), sia da parte delle Organizzazioni Sindacali e dai lavoratori”.
E’ questo il commento di Edoardo Barra, operatore della FIM CISL Milano Metropoli, l’indomani della visita del responsabile del dicastero al lavoro e delle politiche sociali di Palazzo Chigi.
“Con il Ministro abbiamo avuto un confronto proficuo – sottolinea Barra – abbiamo rimarcato il percorso unitario che è stato portato avanti fin qui. Adesso, chiediamo che il Governo svolta un ruolo di “facilitatore istituzionale” nei rapporti tra la nostra azienda e i Paesi stranieri, dove sarà possibile esportare il brand inteso come tecnologia e competenza della Franco Tosi Presezzi”.
L’azienda storica legnanese, da sempre leader nel campo meccanico, infatti, realizza turbine e dall’atto della sua ‘rinascita’ ha già “portato a casa” commesse importanti.
“Ma la nostra – rimarca Barra – non è una multinazionale. Per questo diventa ancora più strategico, l’assist che ci può venire dal nostro Governo nella costruzione di buone relazioni con Paesi che spesso hanno anche una legislazione diversa dalla nostra. Perché – evidenzia il sindacalista – anche la questione dei tempi nella chiusura di un accordo di questo tipo non è per nulla secondario. Ci auguriamo davvero, quindi, che Poletti e tutto il Governo Renzi siano al fianco concretamente del prodotto italiano”.
L’altro versante sul quale le Organizzazioni Sindacali hanno chiesto precise garanzie è quello dell’accesso al credito. “E’ un aspetto fondamentale per facilitare il rinnovamento tecnologico dell’azienda e, di risulta, per vincere la sfida sempre più serrata della competitività. Ma per far questo è di vitale importanza avere un accesso creditizio facilitato. Chiedere di più alla nuova proprietà, oggi come oggi, non è possibile. E’ il Governo che anche su questo fronte ci deve dare una mano. Restiamo, dunque, in fiduciosa attesa non rinunciando al nostro ruolo di stimolo costruttivo”.
“Se riparte la Franco Tosi riparte tutto l’Alto Milanese – chiosa Beppe Oliva Segretario Generale della CISL Milano Metropoli – il fatto, peraltro, di essersi già lasciati alle spalle una fase così critica rappresenta un grande passo in avanti, oltre ad essere il frutto del coraggio dell’azione sindacale condotta dalla FIM CISL in questo periodo. Adesso però bisogna insistere, così da dare nuove certezze a chi vi lavora ma anche al grande indotto che vi è collegato. La Franco Tosi che ce l’ha fatta significa una grande iniezione di fiducia per un comprensorio che vede nel comparto metalmeccanico storicamente una delle sue eccellenze”.

Articoli correlati

Chiude corso Magenta a Legnano: la Ztl avanza

Da domani, giovedì 21 gennaio, chiuderà al traffico veicolare corso Magenta nel tratto compreso fra via Giulini e via Ratti, per la realizzazione della...

Solarium al Parco ex Ila di Legnano: la Soprintendenza è d’accordo con il progetto di recupero

Adeguatezza delle modalità e dei tempi di intervento, prospettati per la messa in sicurezza dei solarium del complesso al Parco ex Ila, è quanto...

La Soprintendenza ha espresso il vincolo sulla ex Manifattura di Legnano

Opificio, ciminiera, uffici, convitto (già Palazzo Cambiaghi) e villino del direttore: sono questi i beni dell’ex Manifattura Legnano assoggettati a tutela diretta in quanto...

E se positivo al Covid-19 fosse un prete a Legnano che non avvisa i suoi fedeli?

La notizia è tanto grave quanto da essere ancora confermata, ma sembra che a Legnano un sacerdote domenica scorsa abbia celebrato le Prime Comunioni,...

Arriva la pedana nella vasca grande interna alla piscina di Legnano

Operai al lavoro, questa mattina, giovedì 15 ottobre, nell’impianto natatorio di via Gorizia a Legnano, dove si sta provvedendo all’installazione della pedana amovibile che,...