11.6 C
Comune di Legnano
mercoledì 12 Maggio 2021

LEGNANO – Fiaccolata dopo l’atto vandalico alla chiesetta di San Martino: la lettera del Sindaco

Ti potrebbe interessare

Escursioni nei boschi di Cittiglio: attenzione alle frane

Dopo la frana che ha determinato recentemente la chiusura del Parco delle Cascate di Cittiglio, fino al termine dei lavori di messa in sicurezza...

Buoni Spesa: a Legnano pubblicata la graduatoria. Aiuti là dove c’è bisogno

È stata pubblicata ieri, lunedì 10 maggio, a Legnano, la graduatoria dei cittadini ammessi ai Buoni Spesa destinati alle famiglie colpite dall’emergenza Covid-19, e...

Arriva il Consiglio comunale “misto” a Legnano

Si svolgerà sabato 15 maggio alle 8.30 il Consiglio comunale a Legnano, convocato in modalità “mista”. Vale a dire che la seduta si terrà...

Sport e inclusione: prende il via un progetto nell’Alto Milanese

Sport per tutti. L’Associazione “Cittadinanza Attiva OdV” ha presentato in questi giorni un progetto che ha come fine permettere a disabili, a bambini, ragazzi...

Il sindaco Alberto Centinaio ha inviato una lettera al Gran Priore della Contrada San Martino, Angela Borrelli, nella quale esprime la propria vicinanza e solidarietà ai contradaioli che hanno organizzato per questa sera, 24 maggio, una fiaccolata a seguito del grave atto vandalico che ha colpito la chiesetta di San Martino, chiedendo la cortesia di comunicare il testo ai partecipanti. Di seguito il testo della lettera.

«Cari amici,

mi è impossibile essere con voi questa sera perché impegnato in una seduta del Consiglio comunale.

Desidero tuttavia esprimere la mia più convinta vicinanza e solidarietà alla Contrada di San Martino e alla Parrocchia di San Domenico per il grave atto che alcuni delinquenti hanno effettuato all’interno della chiesetta dedicata a San Martino. Quanto successo è un’ offesa all’intera città, senza distinzione alcuna, ed in particolare alla sensibilità religiosa dei credenti.

Non ci sono parole per condannare un gesto che lascia trasparire il totale disprezzo nei confronti di valori che stanno alla base della nostra convivenza civile. La pronta reazione della contrada e della comunità parrocchiale, confortate dalla diffusa solidarietà dei legnanesi, sono la conferma che la nostra città non si ferma di fronte a questi atti barbarici.

Nel salutare tutti i partecipanti alla manifestazione di questa sera, colgo l’occasione per confermare la più ampia disponibilità dell’Amministrazione comunale nel sostenere ogni sforzo finalizzato a cancellare l’offesa inferta alla vostra e nostra chiesetta».

Articoli correlati