lunedì, 4 Luglio 2022

Legnano a misura di bambino?

Cosa manca a Legnano per definirla una città a “misura di bambino”?

L’interrogativo lo pone in questi giorni Daniele Berti, esponente di “Legnano Futura”, dopo aver seguito una particolare conferenza di Anci dedicata al tema dei più piccoli e del loro mondo.

Berti lancia l’invito (e lo fa attraverso il suo blog in Internet), a tutti gli adulti a soffermarsi su cosa effettivamente manca, o cosa potrebbe essere migliorato in città per il bene dei bambini, quali potrebbero essere delle buone idee da realizzare, quali spunti per aiutare la crescita delle future generazioni.

“Mettere al centro dei sogni i bambini è una bellissima idea che tutti vorrebbero concretizzare, ma cos’è questo bambino? Quali sono i suoi bisogni?”, domanda Berti.

L’ex consigliere comunale coglie l’occasione per discostarsi dalle più recenti decisioni prese dall’Amministrazione comunale, a proposito dei bambini e dei ragazzi: quest’ultimi potranno partecipare ad un Consiglio comunale tutto loro, come indicato da uno dei progetti del Bilancio partecipativo.

Se da un lato il sindaco Alberto Centinaio ritiene il Consiglio dei Ragazzi  un passo in avanti, per aiutare i più piccoli a diventare cittadini responsabili per un’Italia migliore, secondo Berti “i bambini devono rimanere bambini, non dobbiamo fargli scimmiottare gli adulti perché non se lo meritano. Dobbiamo soltanto farli giocare, fargli capire di vivere il presente con le cose migliori”.

La discussione è aperta.

Condividi:

Facebook
Twitter
LinkedIn
Email
WhatsApp
Telegram

ULTIME NEWS

LE PIÙ LETTE

ARTICOLI CORRELATI