Le piogge di primavera hanno salvato la vendemmia

(Foto da web Giardinaggio.it)

Non sarà anticipata in Italia la vendemmia del 2018, come invece accadrà in altre regioni d’Europa.

Se in un primo momento si era pensato ad un anticipo stagionale della raccolta dell’uva, in seguito agli effetti del caldo record di questa estate, tuttavia è stato verificato che le piogge non sono mancate al momento giusto, per così dire, anzi.

Secondo i produttori, i vigneti non hanno sofferto la siccità, e le piogge della scorsa primavera hanno garantito un buon raccolto, da effettuarsi nei tempi consueti.

La vendemmia avrà inizio dopo la metà di agosto, più tardi soltanto per alcune varietà di uve da vino, come nel caso del Montepulciano e dell’Aglianico, come spiega la Coldiretti.

print