L’Alto Milanese segue le indicazioni di Regione Lombardia

Tutti d’accordo i sindaci dei 22 Comuni dell’Alto Milanese che ieri, domenica 23 febbraio, si sono incontrati a Busto Garolfo per una riunione straordinaria, per parlare del Coronavirus e delle misure di attenzione da adottare, soprattutto per quanto riguarda le linee guida stabilite da Regione Lombardia.

Come ha spiegato il sindaco di San Giorgio su Legnano, Walter Cecchin, su come procedere per affrontare il particolare momento, senza panico ma con i giusti riguardi, è necessario seguire le indicazioni che arrivano “dall’alto”.

“La politica in questi giorni deve seguire i professionisti della sanità. Abbiamo ottimi medici che ci seguono. La chiusura delle scuole e dei luoghi di aggregazione è un’opera preventiva. Non sta a noi giudicare, ma come sindaci dobbiamo collaborare con il territorio per dare sicurezza ai nostri cittadini. Dobbiamo avere fiducia: no al panico ingiustificato”, ha detto Cecchin.

Secondo il primo cittadino sangiorgese è necessario intervenire con misure come la chiusura delle scuole anche per dare una dimensione al problema, sebbene a titolo precauzionale.

print