lunedì, 15 Agosto 2022

La variante inglese del Coronavirus è la causa del 30% dei contagi in Italia

(Foto da web - Fnopi)

Più del 30% delle persone contagiate in questi giorni in Italia hanno contratto la cosiddetta variante inglese del Covid-19, come hanno riferito gli esperti dell’ISS, l’Istituto Superiore di Sanità e del CTS, il Comitato Tecnico Scientifico.

Secondo gli epidemiologi e i virologi, tale variante sarà predominante in tutto il Paese già a metà marzo, con effetti non più gravi di quanto già verificato, ma una capacità di diffusione più veloce.

Mentre si attendono le nuove misure da adottare a livello nazionale, per frenare l’avanzata dei contagi, che in alcune regioni rappresenta, purtroppo a pieno titolo, la “terza ondata”, gli esperti continuano a scegliere la linea della prudenza: la riapertura di palestre, cinema, impianti da sci potrebbe provocare ulteriori contagi.

Tecnici e governo decideranno nelle prossime ore nuovi provvedimenti, nel corso di un vertice con il primo ministro Mario Draghi. Il ministro della Salute, Roberto Speranza, comunicherà sulle nuove misure contro la pandemia oggi, mercoledì 24 febbraio, sia al Senato, sia alla Camera.

Condividi:

Facebook
Twitter
LinkedIn
Email
WhatsApp
Telegram

ULTIME NEWS

LE PIÙ LETTE

ARTICOLI CORRELATI