La Valtellina perde il patron dell’Amaro Braulio

Braulio
Il signor "Braulio" con le sue botti (Foto da web - Gazzetta di Parma)

Si sono svolti nei giorni scorsi i funerali di Egidio Tarantola Peloni, il proprietario della casa produttrice del noto Amaro Braulio, a Bormio in Valtellina.

Numerose le persone che hanno partecipato alle esequie, a testimonianza del favore e della simpatia che in tanti hanno sempre nutrito per lui.

Egidio Tarantola Peloni è venuto a mancare a 75 anni, improvvisamente. Come si legge nelle cronache di questa settimana, lascia la moglie Valeria e i tre figli Edoardo, Attilio e Francesco.

L’imprenditore è stato ricordato anche dal sindaco di Bormio, Roberto Volpato, che l’ha ritratto quale cittadino esemplare e filantropo, una brava persona.

L’“Amaro Braulio” ha quasi duecento anni ed è conosciuto ed apprezzato in tutto il mondo.

Per Egidio Tarantola Peloni era stato recentemente deliberato un riconoscimento pubblico, per il suo contributo alla comunità, come imprenditore e come cittadino.

print