La sostenibilità raccontata dal cinema

Avrà inizio sabato 20 gennaio, con la tappa di Legnano, il “Waterevolution Award Tour”, il tour dei film vincitori del “Waterevolution Award”, il primo premio dedicato al cinema che racconta la sostenibilità.

Come si legge in una nota, i quattro film vincitori saranno protagonisti, tra queste settimane e marzo, di un tour che li condurrà in cinema, teatri e auditorium di alcuni Comuni della Città Metropolitana di Milano, per suggerire una riflessione a proposito della sostenibilità nelle sue diverse declinazioni, tra cui il rispetto per l’ambiente, la parità e l’assenza di discriminazioni, la trasparenza e la sicurezza.

La prima tappa sarà Legnano, cui seguiranno Rozzano, Cinisello Balsamo e Magenta.

“La Waterevolution di Gruppo CAP, gestore del servizio idrico integrato della Città Metropolitana di Milano, ha l’obiettivo di rivoluzionare la gestione dell’acqua per farne un driver di innovazione, in grado di riscrivere la fisionomia dei territori e di orientare consumi e dinamiche ambientali sostenibili; un percorso che incrocia sostenibilità, innovazione, vicinanza ai cittadini e al territorio e attenzione per il lavoro e i lavoratori”.

Da questa “rivoluzione”, come spiegano gli organizzatori, nasce il Waterevolution Award, il premio creato insieme a due “compagni di viaggio”, uno storico come Milano Film Festival e uno più “giovane” come Lifegate.

Vincitori i due lungometraggi: “Machines” di Rahul Jain“, e “To the Ends of the World” di David Lavallee, con la voce di Emma Thompson; quindi i due cortometraggi “Plantae” di Guilherme Gehr e “Swamp” di Juan Sebastiàn Mesa.

print