La Pl di Parabigao interviene in una omissione di soccorso

E’ accaduto mercoledì, ma se ne parla ancora a Parabiago, perché quella omissione di soccorso non è piaciuta ai cittadini, che oggi plaudono all’intervento della Polizia locale.

Come si legge in una relazione pubblicata sul sito comunale, tre agenti della Pl, durante i consueti controlli stradali, hanno trovato una donna a terra, investita da un’automobile, il cui conducente non si è fermato per soccorrerla.

Gli accertamenti del caso, condotti anche grazie ad un filmato di una telecamera di sorveglianza vicina all’incidente, hanno portano ad identificare il responsabile del sinistro.

Dopo aver chiamato l’ambulanza per soccorrere la donna investita, che stava transitando in sella alla sua bicicletta, due agenti hanno proseguito l’attività di controllo sul territorio, mentre il terzo agente si è occupato dell’attività di polizia giudiziaria visionando il video della telecamera che ha ripreso l’intero incidente avvenuto in via Butti, davanti al civico 2.

La dinamica dell’impatto non lascia dubbi: l’auto ha investito la donna in bicicletta, si è fermata pochi secondi ed è ripartita. Omissione di soccorso.

Dalla registrazione, la Polizia locale è riuscita a risalire al modello dell’auto e alla targa, quindi al proprietario, una donna. Sul posto dell’incidente, è rimasto un pezzo dell’auto. Immediato il sequestro del veicolo e la contestazione delle violazioni del Codice della strada alla donna, peraltro in possesso di una patente scaduta: omissione di soccorso e fuga dopo l’incidente con lesioni gravi.

Alla donna è stata ritirata la patente e sequestrata la vettura, non in regola con l’assicurazione e la revisione. La signora investita è stata accompagnata all’ospedale Niguarda di Milano, in codice giallo.

“Situazioni così non dovrebbero accadere, l’omissione di soccorso è un fatto grave. L’intervento del Comando di Polizia locale è stato tempestivo e fa onore ai nostri agenti, oltre che confermare l’importanza delle azioni di controllo attivate sul territorio per una maggior sicurezza di tutti”, ha commentato il sindaco Raffaele Cucchi.

print