venerdì, 23 Febbraio 2024

La Famiglia Legnanese presenta il suo nuovo sito internet

Con l’avvio del nuovo anno, la Famiglia Legnanese presenta il primo tassello di una più ampia revisione della propria strategia comunicativa: il nuovo sito internet. Lanciato in modalità “beta” nel corso degli ultimi mesi del 2023 per i debiti test, il nuovo portale è ora online agli indirizzi www.famiglialegnanese.it e, in redirect, sul dominio .com

Come spiegato in una nota, grazie alla nuova veste grafica, a nuovi contenuti e a una navigazione più veloce, sarà ancora più semplice trovare informazioni su origini, storia e scopi dell’associazione, iniziative culturali caratteristiche, e aggiornamenti costanti su eventi e attività. Obiettivo è creare un unico luogo nel quale fare convivere la componente istituzionale e quella narrativa del blog.

Rispetto al precedente, il nuovo sito introduce una importante componente blog che consentirà di raccontare compiutamente la vita dell’associazione e dei suoi gruppi. La home page riporta subito in primo piano la sezione news ed eventi che si popola degli appuntamenti calendarizzati, ma anche delle iniziative concluse con gallery fotografiche e racconti. Il grande slider consente di dare particolare risalto alle iniziative di maggiore spicco e fa da traino alle dirette video.

Sempre in home page non poteva mancare una parte istituzionale di presentazione del sodalizio, delle principali e storiche iniziative nonché un ricordo del presidentissimo Luigi Caironi.

La Famiglia è un grande e prestigioso collettore di cultura e questo traspare con maggiore chiarezza nelle specifiche sezioni che hanno il compito di raccontare la complessità della struttura, dei gruppi (Scacchi, Fotografico, Filatelico, Ricamo, Artistico ed Apil) e delle emanazioni, tra cui la nostra Fondazione”. Dal nuovo sito sarà possibile, inoltre, scaricare o consultare i numeri de “La Martinella” in formato pdf.

Il rinnovo del sito web si è accompagnato ad un potenziamento dei canali social mediante Facebook ed Instagram che, in pochi mesi, sono cresciuti significativamente e proporzionalmente all’ingaggio comunicativo.

Condividi:

Facebook
Twitter
LinkedIn
Email
WhatsApp
Telegram

ULTIME NEWS

LE PIÙ LETTE

ARTICOLI CORRELATI