Inquinamento e qualità dell’aria: Canegrate si mette in gioco

Il Comune di Canegrate aderisce al “Protocollo di collaborazione tra Regione Lombardia, Anci Lombardia, Arpa Lombardia ed Enti Locali per l’attuazione di misure temporanee per il miglioramento della qualità dell’aria e il contrasto all’inquinamento locale”, con una delibera di giunta di qualche giorno fa.

“La sottoscrizione del protocollo, che non è obbligatoria, ha come finalità la messa in campo di una serie di iniziative che possono contribuire alla riduzione del tasso di inquinamento locale e più in generale della nostra Regione agendo sulle emissioni inquinanti in atmosfera”, spiega Vito Spirito, assessore ai Lavori pubblici e all’Ambiente.

Le principali azioni che anche Canegrate metterà in campo vanno dall’emanazione di ordinanze sindacali conseguenti alle rilevazioni sulla qualità dell’aria (livello di PM 10 rilevato dalle varie centraline) al potenziamento dei controlli, dall’informazione alla cittadinanza, alla limitazione di circolazione ed esclusione di auto particolarmente inquinanti, alla riduzione delle temperature di 1 grado C, al divieto di accensione fuochi, falò e fuochi di artificio.

“Tutelare l’ambiente e la salute dei cittadini è, inequivocabilmente, un obbligo posto in capo alle istituzioni, è indubbio però che, per raggiungere livelli qualitativi sempre più importanti, tutti assieme dobbiamo “affiancarle” adottando, ognuno per la sua parte, comportamenti ed azioni virtuose e sostenibili”, ha detto l’assessore.

print