Incendio al Monte Martica: non ci sono più focolai attivi

I Vigili del fuoco di Varese, ma non soltanto loro, possono tirare un sospiro di sollievo: dalle più recenti verifiche non risultano più fronti attivi, del vasto rogo che nei giorni scorsi ha distrutto poco meno di 400 ettari di bosco sul Monte Martica.

Anche ieri sono proseguite per tutta la giornata le operazioni di bonifica. I volontari A.I.B., Anti incendio boschivo, hanno completato la linea tagliafuoco sul versante interessato dall’ultimo fuoco, e predisposto la linea idrica a difesa.

Come illustrato dai Vigili del fuoco, sui sentieri 315 (Ganna – Passo Valicci) e 316 (Passo Valicci – Vetta Monte Martica) sono stati istallati 2 chilometri e mezzo di tubazioni, e predisposte cinque vasche come riserva idrica.

Il centro di coordinamento alla Pro loco di Ganna “Prato Airolo”, è rimasto attivo tutta la notte con alcune squadre di pronto impiego. Gli specialisti del nucleo S.A.P.R. (Sistemi Aeromobili a Pilotaggio Remoto) del CNVVF hanno monitorato per tutta la giornata i versanti interessati, quindi proseguito le attività durante la notte.

print