sabato, 10 Dicembre 2022

Impressionisti all’origine della modernità al MA*GA. di Gallarate

Ultimi giorni per scoprire la nascita del movimento impressionista al MA*GA di Gallarate, con la mostra “Impressionisti alle origini della modernità”, prorogata eccezionalmente fino al 23 gennaio. Oltre 180 opere provenienti da collezioni pubbliche e private, italiane e francesi, dei maggiori esponenti del movimento impressionista tra i quali Manet, Renoir, Monet, Cézanne, Gauguin, un percorso espositivo alla scoperta della trasformazione artistica della seconda metà del XIX secolo attraverso la storia di artisti più o meno conosciuti che parteciparono alle esposizioni storiche dell’epoca.
La mostra divisa in sezioni, accompagnata dai versi e dalla prosa di grandi poeti e scrittori del tempo, porta all’attenzione del visitatore immagini, dipinti, antichi libri, sculture, schizzi a matita fino a concludersi con pezzi di design e abiti, in un connubio perfetto tra arte e moda con “la parisienne” la bellezza giovane, raffinata e sempre alla moda della donna parigina soggetto prediletto di molti di questi grandi artisti.

La rassegna, promossa dal Museo MA*GA e dal Comune di Gallarate in collaborazione con RJMA Progetti culturali e Diffusione Italia International Group, con il contributo di Regione Lombardia e Fondazione Cariplo, con il sostegno di Ricola, partner istituzionale del Museo, e Lamberti Spa,  ha ottenuto il riconoscimento della Medaglia del Presidente della Repubblica.
La direzione scientifica della mostra è stata affidata a Sandrina Bandera, Emma Zanella e Vincenzo Sanfo, con il contributo di Rosa Barovier, Paolo Castagnone, Gilles Chazal, Virginia Hill, Fiorella Minervino, Gonzalo Fernández Prieto.

Condividi:

Facebook
Twitter
LinkedIn
Email
WhatsApp
Telegram

ULTIME NEWS

LE PIÙ LETTE

ARTICOLI CORRELATI