mercoledì, 18 Maggio 2022

Impressionisti all’origine della modernità al MA*GA. di Gallarate

Ultimi giorni per scoprire la nascita del movimento impressionista al MA*GA di Gallarate, con la mostra “Impressionisti alle origini della modernità”, prorogata eccezionalmente fino al 23 gennaio. Oltre 180 opere provenienti da collezioni pubbliche e private, italiane e francesi, dei maggiori esponenti del movimento impressionista tra i quali Manet, Renoir, Monet, Cézanne, Gauguin, un percorso espositivo alla scoperta della trasformazione artistica della seconda metà del XIX secolo attraverso la storia di artisti più o meno conosciuti che parteciparono alle esposizioni storiche dell’epoca.
La mostra divisa in sezioni, accompagnata dai versi e dalla prosa di grandi poeti e scrittori del tempo, porta all’attenzione del visitatore immagini, dipinti, antichi libri, sculture, schizzi a matita fino a concludersi con pezzi di design e abiti, in un connubio perfetto tra arte e moda con “la parisienne” la bellezza giovane, raffinata e sempre alla moda della donna parigina soggetto prediletto di molti di questi grandi artisti.

La rassegna, promossa dal Museo MA*GA e dal Comune di Gallarate in collaborazione con RJMA Progetti culturali e Diffusione Italia International Group, con il contributo di Regione Lombardia e Fondazione Cariplo, con il sostegno di Ricola, partner istituzionale del Museo, e Lamberti Spa,  ha ottenuto il riconoscimento della Medaglia del Presidente della Repubblica.
La direzione scientifica della mostra è stata affidata a Sandrina Bandera, Emma Zanella e Vincenzo Sanfo, con il contributo di Rosa Barovier, Paolo Castagnone, Gilles Chazal, Virginia Hill, Fiorella Minervino, Gonzalo Fernández Prieto.

Condividi:

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on email
Email
Share on whatsapp
WhatsApp
Share on telegram
Telegram

ULTIME NEWS

LE PIÙ LETTE

ARTICOLI CORRELATI