Cerca
Close this search box.
sabato, 20 Luglio 2024
sabato, 20 Luglio 2024
Cerca
Close this search box.

Il virus dell’aviaria può essere trasmesso dai volatili ai mammiferi. Quindi anche all’uomo?

(Foto di Bohdan Chreptak - Pixabay)

C’è allarme tra i ricercatori scientifici dopo che, in un allevamento di polli in provincia di Brescia, è stato riscontrato il virus dell’aviaria anche in alcuni cani e gatti. L’infezione da H5N1, temuta a livello mondiale, sembra in grado di contagiare anche le specie mammifere, oltre che i volatili, e quindi potenzialmente anche l’uomo.

Più precisamente, a ridosso di un focolaio di aviaria in un allevamento di polli e galline, cani e gatti che vivono nella stessa struttura sono stati trovati con in circolo gli anticorpi sviluppati dai loro organismi contro il virus H5N1, dell’aviaria. Che sarebbe così in grado di attaccare anche specie non selvatiche, ma da sempre domestiche come i cani e i gatti.

Il passaggio alle persone potrebbe avvenire in fretta, da cui l’allarme trasmesso dal Ministero della Salute anche alle Regioni, con l’esortazione a prestare attenzione a questo cambio di tendenza della temibile infezione.

Condividi:

Facebook
Twitter
LinkedIn
Email
WhatsApp
Telegram

ULTIME NEWS

LE PIÙ LETTE

ARTICOLI CORRELATI

Close Popup

Questo sito utilizza cookie per gestire la navigazione, la personalizzazione di contenuti, per analizzare il traffico. Con la chiusura del banner acconsenti all’utilizzo dei soli cookie tecnici. La scelta può essere modificata in qualsiasi momento.

Close Popup
Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web è possibile che vengano archiviate o recuperate informazioni e salvate nella cache del tuo Browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie.

Questi strumenti di tracciamento sono strettamente necessari per garantire il funzionamento e la fornitura del servizio che ci hai richiesto e, pertanto, non richiedono il tuo consenso.

Cookie tecnici
Questi cookie sono impostati dal servizio recaptcha di Google per identificare i bot per proteggere il sito Web da attacchi di spam dannosi e per testare se il browser è in grado di ricevere cookies.
  • wordpress_test_cookie
  • wp_lang

Accettazione/Rifiuto Gdpr
Questi cookie memorizzano le scelte e le impostazioni decise dal visitatore in conformità al GDPR.
  • wordpress_gdpr_cookies_declined
  • wordpress_gdpr_cookies_allowed
  • wordpress_gdpr_allowed_services

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
Open Privacy settings