sabato, 22 Gennaio 2022

Il vecchio ospedale di Legnano per gestire le emergenze?

“Vorrei lanciare una proposta, che non so nemmeno se sia percorribile ma che voglio mettere all’attenzione del direttore generale dell’Asst Milano Ovest Fulvio Odinolfi e delle autorità regionali competenti sulla materia sanitaria, a partire dall’assessore regionale alla Sanità Giulio Gallera. Perchè non valutare la possibilità, qualora ce ne fossero gli estremi, di riaprire temporaneamente il vecchio ospedale di Legnano, quanto meno i reparti ancora utilizzabili e di più recente costruzione?”.

Scrive così nelle scorse ore in una note il deputato legnanese del M5S on. Riccardo Olgiati, ipotizzando la possibilità di usufruire di alcuni spazi del vecchio ospedale per gestire l’emergenza.

Siamo di fronte ad una situazione di emergenza senza precedenti per la stragrande maggioranza dei cittadini italiani, un’emergenza che sta cambiando radicalmente le nostre abitudini quotidiane e della quale ad oggi è anche difficile capirne le prospettive temporali. Oggi la priorità è indiscutibilmente il contenimento dell’epidemia del Virus SARS-CoV-2 (più comunemente denominato COVID-19). La grande sfida oggi è quindi quella, cercare di contenere il contagio il più possibile o diluirlo nel tempo in modo da poter liberare posti letto nelle terapie intensive di tutta Italia, alternando i contagiati che via via guariscono liberando posti. Di fronte a questa situazione anche il nostro territorio sta facendo ampiamente la sua parte, per il contenimento dell’epidemia. L’ospedale di Legnano in particolare è fortemente coinvolto nella gestione sanitaria emergenziale. La rianimazione è satura ed utilizzata solo per la gestione di casi di CoronaVirus provenienti anche dalle cosiddette zone rosse come Lodi e Bergamo, la psichiatria ha temporaneamente abbandonato l’ospedale per lasciare spazio anch’essa a pazienti che hanno contratto il virus.

Nel vecchio ospedale si potrebbero ricavare posti letto oggi estremamente ricercati da adibire alla gestione dell’emergenza: abbiamo una struttura che fino a qualche anno fa era una eccellenza, probabilmente con poche risorse si potrebbe riadattare”.

Condividi:

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on email
Email
Share on whatsapp
WhatsApp
Share on telegram
Telegram

ULTIME NEWS

LE PIÙ LETTE

ARTICOLI CORRELATI