Il record lo vincono i musei italiani

Il Colosseo (Foto da web - Repubblica)

I musei italiani piacciono, eccome. Sono stati pubblicati nelle scorse ore i dati definitivi relativi agli accessi ai musei italiani nel 2017: più di 50 milioni sono stati i visitatori, vale a dire 5 milioni in più rispetto al 2016.

I dati arrivano dall’Ufficio statistica del Ministero dei Beni Artistici e Culturali, che elencano i siti culturali, storici ed artistici più frequentati.

Al primo posto il Colosseo a Roma, che l’anno scorso è stata la meta preferita da più di 7 milioni di visitatori. Di seguito le rovine archeologiche di Pompei, le raccolte degli Uffizi a Firenze, l’Accademia di Firenze, e Castel Sant’Angelo a Roma.

Gli accessi hanno determinano anche un notevole incremento degli incassi delle strutture museali, con un aumento da 38 milioni di euro nel 2013, ai 50 milioni di euro del 2017.

“Risorse preziose che contribuiscono alla tutela del nostro patrimonio. I musei e i siti archeologici italiani stanno vivendo un momento di rinnovata vitalità e al successo dei visitatori e degli incassi corrisponde una nuova centralità nella vita culturale nazionale, un rafforzamento della ricerca e della produzione scientifica e un ritrovato legame con le scuole e con i territori”, il commento del ministro alla partita Franceschini.

print