lunedì, 6 Febbraio 2023

Il Primo Maggio evochi sempre lavoro ed unità anche a Legnano

(Foto da web - Wired)

Un Primo Maggio strano, questo del 2020: senza cortei, senza comizi, senza Concertone, ma soprattutto senza lavoro. L’emergenza da Covid-19 sta fiaccando pesantemente l’economia italiana e i primi a subirne le conseguenze sono i lavoratori, in particolare i part time, i precari, gli occasionali, le partite IVA.

Alcune considerazioni sulla situazione sono state diffuse nelle scorse ore dal PD di Legnano, in una nota: “Gli ammortizzatori sociali faticano ad avviarsi e in più alcune volte non bastano a coprire nemmeno i bisogni primari della gente. La Regione Lombardia è allo sbando e ancora oggi non ha autorizzato migliaia di domande di Cassa Integrazione in deroga, lasciando persone sul lastrico. Oggi più che mai si comprende come il lavoro sia il fondamento di questa nostra società, di questa nostra Repubblica, come sancisce la Costituzione. Difendiamolo, questo lavoro, che il governo fornisca presto e bene tutti quegli strumenti economici e legislativi necessari ad una reale e duratura ripresa, ben sapendo che, dopo questa tempesta, il “cielo sarà sempre più blu” ma di un blu diverso. A noi cogliere questa grande e unica occasione di cambiamento di stile di vita. Che il Primo Maggio continui nel tempo a conservare la sua grande forza evocatrice di unità e di lavoro”.

Condividi:

Facebook
Twitter
LinkedIn
Email
WhatsApp
Telegram

ULTIME NEWS

LE PIÙ LETTE

ARTICOLI CORRELATI