13.9 C
Comune di Legnano
martedì 11 Maggio 2021

Il panettone re delle tavole newyorkesi

Ti potrebbe interessare

Lavori al Centro Multiraccolta di Busto Arsizio: chiuso per una settimana

Da oggi lunedì 10 maggio il Centro Multiraccolta di via Tosi ang. via dell’Industria, a Busto Arsizio, sarà oggetto di un particolare intervento di...

AEMME Linea Ambiente ottiene gli stessi favorevoli riscontri del 2020

Il giudizio non si discosta molto da quello dello scorso anno: il lavoro di AEMME Linea Ambiente continua, infatti, a ottenere il consenso dei...

Al Teatro Tirinnanzi di Legnano oggi la presentazione del libro dedicato a Felice Musazzi

Si terrà oggi, lunedì 10 maggio, alle 18, al Teatro Città di Legnano “Talisio Tirinnanzi”, la presentazione ufficiale del libro dedicato a Felice Musazzi,...

Mascherine addio? Sì, quando almeno 30 milioni di italiani si saranno vaccinati

Potrebbero bastare 30 milioni di italiani già sottoposti alla prima dose di vaccino anti Covid-19, per dire basta alle mascherine indossate all’aperto. Mentre si ragiona...

Un Natale ispirato all’Italia sembra essere stato il “must” delle famiglie newyorkesi durante le feste 2020, con il tradizionale panettone portato sulle proprie tavole in alternativa ai dessert tradizionali.
Un vero e proprio boom per il panettone andato “sold out” molto velocemente e prima di quanto previsto dalle numerose pasticcerie artigianali italiane, che popolano la “grande mela”.

Dalla pasticceria Palazzone 1960 nel New Jersey (sede americana delle storiche pasticcerie di Sulmona) raccontano di averne venduti circa 10mila e di aver esaurito la produzione già a metà dicembre: un dato impressionante se si conta che al loro esordio solo otto anni fa le vendite si attestavano attorno alle 300 unità.

Una grandissima rivincita per il dolce milanese, che in passato non riscontrava grande apprezzamento in terra statunitense ma che negli ultimi anni è stato per gli americani una vera e propria riscoperta, tanto da aver indotto alcuni ristoratori ad aprire attività ex novo, sfidando la pandemia con grande successo. Come nel caso di Zeppola Bakery, una panetteria, pasticceria e gastronomia italiana (i proprietari sono originari di Crema) che, aperta la propria attività da pochi mesi, hanno iniziato proprio con la produzione e la vendita dei panettoni natalizi, esaurendola tutta quasi subito, servendosi anche dell’e-commerce.

Ma se nelle case la nuova moda sembra aver conquistato le tavole dei newyorkesi, per i ristoranti il panettone è una realtà apprezzatissima da tempo, non soltanto per gli italiani residenti in America, alla ricerca delle proprie tradizioni, ma anche e soprattutto per gli autoctoni che iniziano ad integrarlo come nuova tradizione durante le celebrazioni natalizie.

Tradizionale o farcito, servito da solo o accompagnato da creme, il panettone si è confermato ancora una volta il “re” del Natale.

S. R.

Articoli correlati

Il panettone sarà candidato a patrimonio dell’UNESCO

Il panettone sarà candidato come “Patrimonio immateriale dell'umanità Unesco”, come previsto da Regione Lombardia. L’annuncio è stato dato nelle scorse ore da Fabio Rolfi, l’assessore...

Da New York il concerto dello Stradivari in diretta su Radio Delta International

E’ tutto pronto per il concerto di domani, venerdì 28 febbraio, che si terrà nella cattedrale di Saint Patrick’s, lungo la 5th Avenue a...

Gli Alpini di Busto smontano il presepe e trovano una sorpresa

Dopo le festività natalizie, in tanti hanno riposto gli addobbi, smontato alberi di Natale e presepi. Anche gli Alpini di Busto Arsizio hanno tolto...

Il panettone al primo posto nella lista dei “tipici” di Natale

Immancabile rimane il panettone, in tutte le classifiche dei piatti tipici dei pranzi e delle cene di Natale. Se è vero che ogni famiglia ha...

Fine settimana dedicato al panettone

Legnano si prepara al panettone, ad un mese dalle feste di Natale: il prossimo fine settimana, sabato 23 e domenica 24 novembre, si potrà...