mercoledì, 29 Maggio 2024

Il mondo della musica oggi piange Ennio Morricone

(Foto ANSA)

Classe 1928, musicista, compositore, autore delle colonne sonore più famose del cinema mondiale (“Per un pugno di dollari”, “Mission”, “C’era una volta in America”, “Nuovo cinema Paradiso”, “Malena”, solo per citarne alcune), Ennio Morricone si è spento la notte scorsa, lunedì 6 luglio, in una clinica romana per le conseguenze di una caduta, che gli aveva provocato la rottura di un femore. 

Vincitore del premio Oscar “Alla carriera” nel 2007, Morricone ha composto più di 500 melodie divenute immortali, per il cinema e la televisione, mentre come arrangiatore ha caratterizzato la musica leggera italiana degli anni ’60, vincendo numerosissimi premi.

Ma è il grande sodalizio con il regista Sergio Leone nell’ epopea degli “spaghetti Western”, che consegnò le sue colonne sonore alla storia del cinema e della musica mondiale. 

Messaggi di cordoglio da tutto il mondo arrivano in queste ore per salutare un “mostro sacro” dello spettacolo internazionale. 

“La scomparsa di Ennio Morricone ci priva di un artista insigne e geniale. Musicista insieme raffinato e popolare, ha lasciato un’impronta profonda nella storia musicale del secondo Novecento. Attraverso le sue colonne sonore ha contribuito grandemente a diffondere e rafforzare il prestigio dell’Italia nel mondo. Desidero far giungere alla famiglia del Maestro il mio profondo cordoglio e sentimenti di affettuosa vicinanza”, le parole del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

S. R.

Condividi:

Facebook
Twitter
LinkedIn
Email
WhatsApp
Telegram

ULTIME NEWS

LE PIÙ LETTE

ARTICOLI CORRELATI