martedì, 27 Febbraio 2024

Il Comune di Milano approva il progetto per sostenere la ripresa dello spettacolo

(Foto da web - Milano Events)

Si chiama “Milano, che spettacolo!” l’iniziativa approvata in questi giorni dalla giunta comunale di Milano, per sostenere e rilanciare il comparto cittadino dello spettacolo, colpito dalla drammatica crisi pandemica che, dal 24 febbraio 2020, ha causato il fermo dell’attività di tutto il settore dello spettacolo dal vivo.

Come si legge in una nota, si tratta di un progetto di comunicazione, partecipazione e promozione voluto dall’Amministrazione comunale per offrire un supporto a tutti gli operatori del territorio che operano nell’ambito dello spettacolo “live”, in particolare ai molti soggetti che, al momento della riapertura, non saranno ancora nelle condizioni di riprendere l’attività nei propri spazi, e agli artisti o gruppi che hanno la necessità di uno spazio sicuro per poter tornare in scena, che si tratti di musica, teatro o danza. 

“Nel corso del 2020 l’Amministrazione comunale ha messo in campo molte iniziative volte a sostenere il comparto, anche facendosi portatore delle sue esigenze presso il Ministero, e a contrastare per quanto possibile gli effetti negativi generati dalla sospensione delle attività. Sono stati attivati interventi sia di carattere economico, sia di carattere organizzativo e promozionale. “Milano che spettacolo!” vuole essere uno strumento di accompagnamento del rilancio dello spettacolo a Milano, un mezzo per sostenere e coordinare, non appena la situazione pandemica lo permetterà, le iniziative culturali e di spettacolo”, spiega l’assessore alla Cultura Filippo Del Corno.

Quattro i punti del progetto: una campagna di comunicazione massiccia e coordinata, attraverso l’utilizzo di schermi digitali, affissioni, web e social, pubblicità sui mezzi pubblici; la messa a disposizione di uno spazio polifunzionale, attrezzato con service audio-luci e personale, per ospitare diversi eventi e tipologie di spettacolo dal vivo; la creazione di palinsesto cittadino con iniziative ed eventi proposti dalle istituzioni pubbliche e private della città; l’accesso agevolato alle sale attraverso sconti o gratuità dedicati a target specifici di pubblico, in modo da per incentivare il ritorno degli spettatori. 

Entro fine marzo saranno pubblicati gli avvisi per individuare sponsor e partner tecnici per l’attuazione delle quattro azioni corrispondenti ai quattro obiettivi. Entro fine aprile saranno pubblicati gli esiti e a maggio l’Amministrazione sarà pronta ad avviare il progetto, epidemia permettendo.

Condividi:

Facebook
Twitter
LinkedIn
Email
WhatsApp
Telegram

ULTIME NEWS

LE PIÙ LETTE

ARTICOLI CORRELATI