domenica, 26 Giugno 2022

Il barcone dei migranti a Milano

Il barcone dei migranti (Foto della Marina Militare)

Potrebbe essere trasferito a Milano il tristemente noto “barcone dei migranti”, o barcone della morte. Il relitto recuperato del barcone che naufragò nel canale di Sicilia il 18 aprile del 2015, portando con sé un migliaio di persone, potrebbe essere sistemato in piazza Duomo, secondo un progetto avanzato dal regista Alejandro Inarritu, quattro volte premio Oscar.

L’occasione della particolare esposizione potrebbe essere l’arrivo di Papa Francesco nel capoluogo lombardo, la prossima primavera.

Il barcone rappresenterebbe, nell’idea di Iñárritu, una sorta di simbolo dei nostri giorni della tragedia generale dei profughi che attraversano il Mediterraneo, spesso lasciandoci la vita. Un memoriale viaggiante, un relitto a imperitura memoria del carico di gente che, per disperazione, si lancia nell’avventura del mare verso approdi sicuri, molte volte non raggiugendoli.

L’idea del regista è sostenuta da più realtà locali, come il Comune di Milano, la Curia, la Fondazione Prada che ha sostenuto la Marina Militare nel recupero del relitto, adottando per altro tecniche molto sofisticate e d’avanguardia nel settore dei recuperi sottomarini.

Tra le ipotesi anche la sistemazione definitiva del barcone a Milano in un luogo che diventi punto di riferimento culturale, storico e sociale.

Condividi:

Facebook
Twitter
LinkedIn
Email
WhatsApp
Telegram

ULTIME NEWS

LE PIÙ LETTE

ARTICOLI CORRELATI