mercoledì, 28 Febbraio 2024

I panettoni de “La Dolce Legnano”: una bontà grazie al lievito Gennarino!

Buono che si scioglie in bocca il panettone tradizionale de “La Dolce Legnano”. La nota pasticceria e caffetteria di via Abruzzi 14 partecipa all’evento “ArtePanettone”, inaugurato oggi, sabato 9 dicembre nelle sale di Palazzo Leone da Perego a Legnano. La manifestazione dedicata ai panettoni artigianali si potrà visitare anche domani, domenica 10, dalle 10 alle 19, e al banco riservato a “La Dolce Legnano” si possono degustare panettoni tradizionali e farciti, preparati secondo la migliore arte pasticcera di stagione.
La Dolce Legnano” ha raccolto la sfida anche quest’anno lanciata dall’iniziativa, con la certezza che il pubblico non mancherà per apprezzare i suoi panettoni. Una produzione di circa 1200 panettoni per questo Natale 2023, tra i quali spicca la novità dell’anno: il panettone-strudel, farcito con mele e cannella.

L’anno scorso ArtePanettone ha rappresentato per noi una fase di sperimentazione, che è andata molto bene. Quest’anno la sfida si rinnova, e ci stiamo mettendo tutto l’entusiasmo possibile”, spiega Lorena Anti, responsabile dell’amministrazione della pasticceria. Entusiasmo e competenza, nonché passione, nella produzione e nella vendita dei panettoni artigianali (come di tutto il resto, tra dolce e salato), che garantiscono bontà e qualità.

Il nostro panettone è fatto con il lievito madre, oltre che con il cuore, e lievita ben 72 ore. Il nostro lievito madre è talmente “nostro” e particolare che gli abbiamo dato un nome: Gennarino Lieve, una cosa simpatica inventata tra noi della Dolce Legnano. Siamo uno staff unito e giovane, e il nostro modo di lavorare sa di tradizione ma anche di innovazione, con macchinari 4.0, attenti a scelte che abbracciano l’economia green, e la dotazione di pannelli solari sopra il nostro laboratorio”.

Anche “La Dolce Legnano”, che fino al 2018 si chiamava “La Dolce Milano”, partecipa al progetto benefico di ArtePanettone con il “Panettone a 5 stelle”, il ricavato dalla cui vendita sarà devoluto all’associazione onlus “Gli amici di Emanuele”.

Condividi:

Facebook
Twitter
LinkedIn
Email
WhatsApp
Telegram

ULTIME NEWS

LE PIÙ LETTE

ARTICOLI CORRELATI