domenica, 14 Agosto 2022

Gravi ma stabili le condizioni di Zanardi: ma perché un camion si trovava sul percorso della staffetta?

(Foto da web - Formula Passion)

E’ in coma farmacologo ma stabile Alex Zanardi, l’ex pilota di Formula 1, pluricampione paralimpico, dopo l’incidente di venerdì pomeriggio a Pienza, in cui è rimasto ferito gravemente alla testa, dopo aver impattato con la sua handbike, durante una staffetta tra Firenze e Montalcino, contro un mezzo pesante.

Operato d’urgenza per il trauma cranico e facciale, Zanardi nella giornata di ieri è stato stabilizzato, e sarà tenuto sotto sedativi per alcuni giorni, finché non sarà possibile valutare i danni subiti a livello neurologico. Si teme per la sua vista.

Mentre il mondo dello sport, ma non soltanto, rimane con il fiato sospeso per le condizioni di Zanardi, si indaga per stabilire la dinamica dell’incidente e quali le responsabilità.

Il campione stava partecipando ad una staffetta nell’ambito della manifestazione paralimpica “Obiettivo Tricolore”, quando, come ormai sarebbe stato accertato, ha perso il controllo del suo mezzo finendo nella corsia di marcia opposta, dove stava sopraggiungendo un camion, il cui aiutista ha sterzato per evitare l’impatto con la hanbike.

La procura di Siena ha aperto un fascicolo per lesioni colpose, e l’unico indagato al momento è il camionista, atto dovuto. L’uomo, un 44enne è risultato negativo all’alcol test e in regola con il suo mezzo.

Ma perché quella strada, la SS 146 non era stata chiusa al traffico, per il passaggio della corsa? Come sembra, il Comune di Siena non è stato informato del passaggio delle handbike. Gli organizzatori della staffetta hanno spiegato che non si trattava di una gara, ma di una sorta di passeggiata, con numerose tappe. Tanti aspetti della vicenda che dovranno essere chiariti.

Condividi:

Facebook
Twitter
LinkedIn
Email
WhatsApp
Telegram

ULTIME NEWS

LE PIÙ LETTE

ARTICOLI CORRELATI