mercoledì, 29 Giugno 2022

Giovani si tolgono la vita nel carcere di San Vittore: manca il supporto psicologico

(Foto da web)

Lo denuncia l’Osservatorio Carcere e Territorio: a fronte dell’aumento della presenza nel carcere di San Vittore, a Milano, di soggetti con fragilità e disturbi mentali, è del tutto insufficiente il supporto psichiatrico a loro dedicato. Questa considerazione arriva all’indomani di due suicidi: quello di un ragazzo di 24 anni, a fine maggio, e quello di uno di 21 anni, di due giorni fa, sopraffatti da momenti di crisi profonda, cui nessuno ha saputo dare sollievo, come dichiarato anche dai loro familiari.

Come sembra, i REMS, le strutture preposte al sostegno di queste persone, non riescono a smaltire le richieste di aiuto, così che non è garantita la continuità terapeutica in fatto di salute mentale.

Una soluzione, secondo l’Osservatorio, è la maggiore partecipazione degli enti pubblici, nonché l’aumento dei servizi sanitari nelle case circondariali, con più psicologi e psichiatri.

Condividi:

Facebook
Twitter
LinkedIn
Email
WhatsApp
Telegram

ULTIME NEWS

LE PIÙ LETTE

ARTICOLI CORRELATI