13 C
Comune di Legnano
giovedì 21 Ottobre 2021

Già raccolte più di 41mila firme a Saronno per uno spartitraffico in nome di Marco

Ti potrebbe interessare

La zanzara coreana imperversa in Lombardia: resiste al freddo

Si chiama “Aedes koreicus”, la zanzara coreana in grado di resistere al freddo, scoperta in Lombardia e in alcune altre zone del Nord d’Italia,...

Al via domani la 28esima edizione di “Sguardi Altrove Film Festival”

La “Next generation” tra sostenibilità e impegno civile sarà protagonista della 28a edizione di “Sguardi Altrove Film Festival”, la manifestazione dedicata al cinema al...

Studenti occupano l’Università statale di Milano: chiedono la riapertura degli spazi

E' accaduto nelle scorse ore a Milano: una ventina di studenti del collettivo universitario “Ecologia Politica”, ha occupato quattro aule in Università statale, in...

Opere pubbliche a Legnano: prende forma l’idea della città sociale

E’ stato approvato in questi giorni dalla giunta comunale di Legnano il Piano Triennale delle Opere pubbliche da oltre 29 milioni di euro, che...

 “Via Parma o meglio SP527 è la strada statale dove il 17 luglio scorso mio fratello ha perso la vita. Io sono la sorella Sara, ho 30 anni, lui era il mio fratellino, nato due anni e un giorno dopo di me, Marco”. Comincia così il testo che accompagna la raccolta di firme che Sara Barilatti ha lanciato su Change.org, per chiedere al comune di Saronno di realizzare uno spartitraffico in via Parma, perché non si ripetano più incidenti come quello in cui è rimasto vittima suo fratello Marco.

L’appello ha già raccolto più 41mila firme in pochi giorni.

“Marco è sempre stato un appassionato di motori fin da bambino, e quella dannata mattina stava andando al lavoro, ultimo giorno prima delle meritate ferie. E in quella stessa mattina un automobilista ha deciso di fare una manovra illegale: sorpassare una sottile linea continua tracciata sull’asfalto anziché proseguire fino alla rotonda poco distante. La colazione con i colleghi era molto più importante che rispettare il Codice della strada, una leggerezza che è costata la vita a un ragazzo di soli 28 anni”, racconta Sara, che spiega di non cercare “vendetta” ma, per onorare la memoria del fratello tragicamente scomparso, voler contribuire a rendere più sicura quella strada con la creazione di uno spartitraffico. Per partecipare alla petizione: https://www.change.org/p/comune-di-saronno-spartitraffico-salva-vite-in-via-parma-saronno

Articoli correlati

Sparisce con l’assegno di un suo cliente: condannato l’avvocato di Saronno

E’ stato condannato a tre anni di carcere per appropriazione indebita, l’avvocato di Saronno che si è appropriato di un assegno che avrebbe dovuto...

Rapina a Saronno di giugno scorso: arrestati due giovani milanesi

I Carabinieri della compagnia di Saronno, con il supporto dei colleghi competenti per territorio della Compagnia Milano Porta Monforte e della Compagnia di Rho,...

Lavori stradali a Saronno, tra chiusure e deviazioni

Avranno inizio domani, martedì 3 agosto, a Saronno, i lavori alla rotatoria di via Varese/Volonterio e alle sue bretelle di collegamento. Come si legge in...

Lavori in centro a Saronno: chiusa via Roma per tre giorni

Sarà chiusa al traffico da oggi, lunedì 28 giugno, fino a mercoledì 30, via Roma a Saronno, per l’esecuzione di alcuni lavori stradali. In realtà...

Cittadinanza Attiva Parabiago consegna al sindaco la raccolta firme contro il degrado

Sono state raccolte nei giorni scorsi, e già portate all’attenzione del sindaco di Parabiago Raffaele Cucchi, ben 155 firme di cittadini che chiedono maggiori...