Cerca
Close this search box.
domenica, 14 Luglio 2024
domenica, 14 Luglio 2024
Cerca
Close this search box.

GALLARATE – Entro il 12 febbraio 2016, si possono presentare i progetti per ‘Gallarate sceglie’

Il Bilancio Partecipato di Gallarate si arricchisce di una nuova fase: tutti i cittadini “over 16”, gli enti, le associazioni, le scuole gallaratesi, potranno segnalare proposte e progetti da inserire nell’edizione 2016 di #Gallaratesceglie. Le “candidature” devono essere consegnate all’Ufficio Protocollo, a mano (in via Verdi 2) o tramite posta certificata (protocollo@pec.comune.gallarate.va.it), entro il 12 febbraio 2016. Ogni proposta deve essere sottoscritta da almeno 30 persone che abbiano la residenza a Gallarate e che compiano almeno 16 anni nel 2016. Moduli e avviso sono consultabili e scaricabili tramite sito internet comunale, nelle aree “Archivio news” e “Servizi on line – doppio click – Bilancio partecipato”. Le schede si possono anche ritirare in forma cartacea alla Segreteria Generale di Palazzo Borghi e all’Urp di Palazzo Broletto.
«L’anno scorso”, – spiega l’assessore alla Partecipazione Democratica, Cinzia Colombo –, “il Bilancio Partecipato si è basato su idee e suggerimenti provenienti dai cittadini, magari apparsi sulla stampa o sui social network, comunque giunti in tempi e con canali diversi all’Amministrazione comunale. Quest’ultima ha selezionato le proposte fattibili da sottoporre al voto dei gallaratesi. Quest’anno, venendo di nuovo incontro a una sollecitazione emersa da più parti, si è organizzata una fase preliminare nella quale la cittadinanza è coinvolta in modo più diretto e meno informale. Si è anche stabilita una suddivisione per aree tematiche, ognuna con un suo budget. Una volta compilata la lista, come l’anno scorso i cittadini potranno votare le proposte che ritengono più convincenti. Saranno finanziate quelle con più voti, fino a esaurimento budget».
Qualora le proposte ammissibili siano troppo elevate, in termini numerici o di budget, passeranno alla votazione quelle sottoscritte dal maggior numero di cittadini.
Le aree tematiche sono 4 (l’avviso riporta, per ognuna, numerosi esempi):
1) Lavori pubblici, mobilità e viabilità, arredo e decoro urbano, Patto dei Sindaci e riduzione dell’inquinamento (budget 90.000 euro);
2) Spazi e aree verdi (60.000);
3) Attività culturali e sportive, politiche per lo sviluppo socio economico, accesso al lavoro, l’informatizzazione di servizi e procedure (60.000);
4) Politiche sociali ed educative, pari opportunità, cittadinanza attiva (90.000).

Per scaricare il materiale, https://151.236.58.238/SwingCMSv2/Articolo.aspx?ar=1291

Condividi:

Facebook
Twitter
LinkedIn
Email
WhatsApp
Telegram

ULTIME NEWS

LE PIÙ LETTE

ARTICOLI CORRELATI

Close Popup

Questo sito utilizza cookie per gestire la navigazione, la personalizzazione di contenuti, per analizzare il traffico. Con la chiusura del banner acconsenti all’utilizzo dei soli cookie tecnici. La scelta può essere modificata in qualsiasi momento.

Close Popup
Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web è possibile che vengano archiviate o recuperate informazioni e salvate nella cache del tuo Browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie.

Questi strumenti di tracciamento sono strettamente necessari per garantire il funzionamento e la fornitura del servizio che ci hai richiesto e, pertanto, non richiedono il tuo consenso.

Cookie tecnici
Questi cookie sono impostati dal servizio recaptcha di Google per identificare i bot per proteggere il sito Web da attacchi di spam dannosi e per testare se il browser è in grado di ricevere cookies.
  • wordpress_test_cookie
  • wp_lang

Accettazione/Rifiuto Gdpr
Questi cookie memorizzano le scelte e le impostazioni decise dal visitatore in conformità al GDPR.
  • wordpress_gdpr_cookies_declined
  • wordpress_gdpr_cookies_allowed
  • wordpress_gdpr_allowed_services

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
Open Privacy settings