Gallarate – Assegnati i “Due Galli” 2018

Una veduta del Comune di Gallarate

Si è svolta nei giorni scorsi a Gallarate l’assegnazione dei “Due Galli”, la massima benemerenza civica prevista dalla città. Missoni, Matteo Rigamonti e Davide Spinelli sono i tre soggetti insigni del prestigioso riconoscimento, che sarà consegnato loro il prossimo 12 gennaio alle 11, a Palazzo Borghi, in occasione della Giornata della riconoscenza.

Così ha deciso l’apposita commissione riunitasi nelle scorse ore, composta dal sindaco Andrea Cassani, dal vicesindaco Moreno Carù, dai consiglieri comunali Aldo Simeoni e Rocco Longobardi, e dal segretario generale Riccardo Nobile.

Il riconoscimento alla Famiglia Missoni è motivato con l’apertura sessantacinque anni fa del primo laboratorio a Gallarate al numero 10 di via Vespucci. Da lì Ottavio e Rosita sono partiti alla conquista del mondo della moda senza mai dimenticare le “origini” gallaratesi, restando legati alla comunità cittadina e non facendo mancare il supporto in ambito culturale.

Matteo Rigamonti, poliziotto gallaratese di stanza in Sardegna, si è invece reso protagonista del salvataggio di cinque ragazzi in mare il giorno di Ferragosto, mettendo a repentaglio la propria vita.

Davide Spinelli sarà premiato per meriti sportivi: nel 2018 si è laureato per il secondo anno consecutivo campione italiano nel ParaTaekwondo, categoria k44 oltre i 75 chilogrammi.

Venti in tutto le segnalazioni pervenute e valutate dai commissari. Oltre ai “due Galli” saranno consegnate le tradizionali pergamene all’associazione “Collana Galerate” per meriti in ambito culturale; all’impresa Gasparoli per meriti in campo imprenditoriale; a Michele Orrù e ai suoi Galletti di Gallarate, eccellenza in campo gastronomico; ad Helena Janeczek per meriti in campo letterario; a Isabella Rossi, alla memoria, perno e anima della Contrada del brodo; alla Gioielleria Zaro nel 60° anniversario dell’attività; a padre Roberto Brusa, alla memoria, per meriti in campo culturale.

print