venerdì, 24 Maggio 2024

Enzo Mari ospite di Delta Live si racconta: dagli inizi alla pensione. Una vita raccontando la vita

E’ stato ospite ieri, martedì 4 luglio, di Radio Delta International, Enzo Mari, ex direttore da qualche giorno della testata online Sempionenews. Mari è andato in pensione sabato scorso, 1 luglio, ed ha colto l’invito della trasmissione Delta Live per raccontarsi e raccontare del suo recente congedo dall’attività giornalistica.
Salutato dalla consolle della diretta, condotta dal Ristorante “Il Giardino” di Legnano, da Rudy Neri, Angy Filipi e dj Walker al supporto tecnico, Enzo Mari è stato intervistato da Maura Giunta, collega ed amica.

La carriera di Enzo Mari ha avuto più tappe, tra svolte ed anche cambiamenti importanti, che hanno confermato le sue capacità di guardare sempre avanti, ed anche lontano, con progetti ogni volta nuovi ed entusiasmanti. Perchè, del resto, quello che ricordano in tanti tra chi lo conosce e l’ha visto all’opera, la voglia di fare e di sperimentare non è mai mancata al “direttore”, centrando numerosi obiettivi, con dedizione, passione, coerenza.

Cosa rimane di tutto questo? La gratitudine verso chi in questi giorni sta dimostrando al giornalista vicinanza e simpatia, e la voglia di fare ancora, con nuovi piccoli e grandi progetti già all’orizzonte, come il blog “I viaggi di Enzo”.

Non ho ancora capito bene cosa significhi andare in pensione, ma è stata una scelta che si lega ad alcuni eventi anche di carattere personale, come l’arrivo a breve di un nipotino. Diventare nonno mi sta facendo riflettere anche sul senso della vita, e io ne ho raccontata tanta, soprattutto quella degli altri, quella di luoghi e situazioni. La vita ha i suoi momenti, e io ho intenzione di cogliere questo, avendo più tempo anche per me”.

Il mestiere di Enzo Mari e la sua esperienza proseguono anche nei suoi giovani collaboratori, coloro che hanno iniziato a lavorare in redazione sotto la sua guida. Gli stessi che in questi giorni lo hanno salutato con più dimostrazioni di affetto, e un grande: “Arrivederci a presto direttore!”.

Condividi:

Facebook
Twitter
LinkedIn
Email
WhatsApp
Telegram

ULTIME NEWS

LE PIÙ LETTE

ARTICOLI CORRELATI