Emergenza influenza nuove misure da Regione Lombardia

(Foto da web)

Misure straordinarie sono state previste in questi giorni da Regione Lombardia, per far fronte all’emergenza di alcuni Pronto soccorso, nelle settimane dei maggiori picchi influenzali.

Più precisamente, queste punte massime di diffusione della sindrome influenzale sono attese tra questo fine settimana e il prossimo, e nel piano di emergenza sono coinvolti i medici di base e le ASST.

Regione Lombardia intende contrastare l’affollamento dei Pronto soccorso che si sta verificando da giorni: al 100% quello dei pediatrici, a Milano e a Varese.

“Attraverso le ATS, soprattutto quelle interessate da maggiori afflussi come quella di Milano e di Varese, abbiamo sensibilizzato i medici di Medicina generale per favorire le visite domiciliari e le ASST affinché applichino tutte le misure previste dai Piani di gestione dei sovraffollamento anche attraverso il blocco o il differimento di ricoveri elettivi, per interventi chirurgici di programmazione ordinaria”, ha spiegato l’assessore regionale al Welfare Giulio Gallera.

Nei mesi scorsi la Regione ha previsto uno stanziamento di 4 milioni di euro, con cui le ASST e IRCCS pubblici dotati di Pronto soccorso, i Dipartimenti di emergenza e urgenza e Emergenza ad alta specialità hanno potuto aumentare i posti letto disponibili.

print