martedì, 27 Febbraio 2024

Effetto “green pass”? Boom di prenotazioni dei vaccini anti Covid-19 da giovedì

(Foto di Torstensimon - Pixabay)

E’ bastato parlarne, nei giorni scorsi, dell’adozione del “green pass” obbligatorio per accedere a numerose situazioni “a rischio” contagio, dal 6 agosto, per far aumentare il numero delle prenotazioni al vaccino anti Covid-19. Una coincidenza? Oppure sta accadendo anche in Italia, come nelle scorse settimane è successo in Francia: all’annuncio della necessità di dotarsi del “green pass”, la certificazione di avvenuta vaccinazione, in molti sono corsi ad iscriversi alla campagna di immunizzazione, che prima, per varie ragioni, non avevano preso in considerazione.

In Lombardia giovedì, quando hanno cominciato a circolare le prime indicazioni sul nuovo decreto “green pass” del Consiglio dei Ministri, poco meno di 50mila cittadini si sono prenotati per la prima dose: quasi 30mila in più rispetto al giorno prima (28.368).

La certificazione permetterà dal 6 agosto l’accesso ai luoghi chiusi, come ristoranti, bar, palestre, cinema, teatri, fiere, eventi, sedi di concorso, centri benessere. La certificazione sarà rilasciata dopo la prima dose del vaccino, o con un tampone rapido nelle 48 ore precedenti, o con guarigione a sei mesi dall’infezione.

(Lo stato di emergenza per la pandemia, che sarebbe scaduto il 31 luglio, è stato prorogato al 31 dicembre).

Condividi:

Facebook
Twitter
LinkedIn
Email
WhatsApp
Telegram

ULTIME NEWS

LE PIÙ LETTE

ARTICOLI CORRELATI