giovedì, 13 Giugno 2024

E’ tornato nella sua casa in Germania l’ultra ottantenne smarritosi a Legnano

(Foto da web - YouTG.net)

Ha fatto ritorno in Germania venerdì 4 giugno, con un volo dall’aeroporto di Milano Malpensa, il cittadino ultra ottantenne italiano, emigrato da oltre cinquant’anni, che sabato 22 maggio era stato trovato da una pattuglia della Polizia locale in via Olmina, in evidente stato confusionale e in condizioni fisiche precarie. Il lieto fine di una vicenda che poteva avere ben altri sviluppi è stata resa possibile da una rete di solidarietà e dalla collaborazione tra i Comuni di Legnano e Cuggiono e il presidio ospedaliero di Cuggiono, come si legge in una nota.

L’uomo, classe 1936, il 20 maggio era partito in auto dalla sua città di residenza, a nord di Amburgo, diretto a Taranto, città natale, per acquistare un loculo al cimitero. Lungo il viaggio di ritorno un errore: invece di prendere la A9 in direzione del confine, l’uomo ha imboccato la A8 uscendo a Legnano. Una volta fuori dallo svincolo, privo di ogni riferimento, si è fermato in via Olmina. A quel punto, grazie all’intervento della Polizia locale insieme con il personale dell’ambulanza e dell’auto medica, l’ottantenne è stato condotto al pronto soccorso per le prime cure mediche. Il giorno successivo, domenica 23 maggio, l’anziano è stato trasferito presso il reparto di cure sub acute dell’ospedale di Cuggiono. Nel frattempo, il Comando Polizia locale di Legnano si è adoperato con le autorità consolari per ottenere i contatti con la famiglia e organizzare il rientro in Germania. Nelle due settimane di permanenza in reparto l’uomo è stato curato e rimesso in condizione di affrontare un viaggio, mentre i Servizi sociali del Comune Cuggiono, il servizio territoriale di ASST Ovest Milanese e la Polizia locale di Legnano si sono adoperati per organizzare il ritorno in condizioni di sicurezza.

L’ottantenne è arrivato nel tardo pomeriggio di venerdì all’aeroporto di Amburgo dove era atteso dalla compagna della sua vita. Fondamentale è stato anche l’apporto dell’associazione “Azzurra soccorso” di Cuggiono, che si è adoperata per il trasferimento dal presidio ospedaliero a bordo aereo nello scalo di Malpensa.

“Ancora una volta la collaborazione fra istituzioni diverse per territorio e competenze ha consentito di trovare una soluzione che ha guardato alla persona e, pur nel rispetto delle norme, ha superato ostacoli burocratici che spesso rischiano di limitare azioni e risultati”, il commento alla vicenda di Anna Pavan, assessore al Benessere e Sicurezza sociale del Comune di Legnano, e di Serena Longoni, assessore per le Politiche sociali e alla persona del Comune di Cuggiono.

Condividi:

Facebook
Twitter
LinkedIn
Email
WhatsApp
Telegram

ULTIME NEWS

LE PIÙ LETTE

ARTICOLI CORRELATI

Close Popup

Questo sito utilizza cookie per gestire la navigazione, la personalizzazione di contenuti, per analizzare il traffico. Con la chiusura del banner acconsenti all’utilizzo dei soli cookie tecnici. La scelta può essere modificata in qualsiasi momento.

Close Popup
Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web è possibile che vengano archiviate o recuperate informazioni e salvate nella cache del tuo Browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie.

Questi strumenti di tracciamento sono strettamente necessari per garantire il funzionamento e la fornitura del servizio che ci hai richiesto e, pertanto, non richiedono il tuo consenso.

Cookie tecnici
Questi cookie sono impostati dal servizio recaptcha di Google per identificare i bot per proteggere il sito Web da attacchi di spam dannosi e per testare se il browser è in grado di ricevere cookies.
  • wordpress_test_cookie
  • wp_lang

Accettazione/Rifiuto Gdpr
Questi cookie memorizzano le scelte e le impostazioni decise dal visitatore in conformità al GDPR.
  • wordpress_gdpr_cookies_declined
  • wordpress_gdpr_cookies_allowed
  • wordpress_gdpr_allowed_services

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
Open Privacy settings