Dopo il crollo ad Albizzate si indaga per omicidio colposo contro ignoti

La Procura della Repubblica di Busto Arsizio ha aperto un fascicolo, nelle scorse ore, contro ignoti, per omicidio colposo e crollo colposo, per dare una risposta alla tragedia avvenuta ieri pomeriggio, mercoledì 24 giugno, quando in via Marconi un cornicione lungo più di 100 metri è caduto al suolo all’improvviso, travolgendo una donna di 38 anni e due dei suoi bambini, di 5 anni e 15 mesi, non lasciando loro scampo.

Le indagini sono state affidate ai Carabinieri del reparto operativo di Varese, supportati dai Vigili del Fuoco che per primi hanno lavorato sul luogo del cedimento, per tirare fuori dalle macerie la famigliola. Secondo i primi accertamenti, la struttura da cui si è staccato il manufatto non era rischio di crollo, un edificio ricostruito negli anni ’90 sopra un vecchio cotonificio.

Per un soffio non sono rimaste coinvolte nel crollo altre persone, che si trovavano poco distanti e che hanno assistito alla scena. Il cordoglio di tutto il paese si stringe attorno alla famiglia della donna e dei suoi bambini che non ce l’hanno fatta, in particolare al padre e marito, rimasto con il figlio più grande, un bambino di 9 anni.

print