20 C
Comune di Legnano
martedì 22 Settembre 2020

Diventerà una serie tv il giallo di Avetrana

Ti potrebbe interessare

Raffaele Cucchi è di nuovo il sindaco di Parabiago

Con più del 60% delle preferenze, Raffaele Cucchi è stato rieletto sindaco di Parabiago. Si chiude con questo risultato...

Calano le tariffe delle assicurazioni sulle auto: effetto del Covid-19

I dati parlano chiaro, quelli diffusi in un recente bollettino dell'IVASS, l'Istituto per la Vigilanza sulle assicurazioni: le RC Auto costano meno,...

Domenica torna il mercatino di Azzate

Riparte domenica 27 settembre il tradizionale mercatino di Azzate, anzi, la Mostra dell’Üsaa, organizzata dalla Pro Loco ogni ultima domenica del mese.

100mila euro per le imprese per l’economia territoriale di Busto Arsizio

La giunta comunale di Busto Arsizio ha approvato nelle scorse ore il “bando nel bando”, con cui si metteranno a disposizione delle...

A dieci anni dalla morte di Sarah Scazzi, la quindicenne di Avetrana vittima di un omicidio perpetrato in ambito familiare, arrivano una serie televisiva, con la regia di Pippo Mezzapesa, e un documentario diretto da Christian Letruria, scritto da Flavia Piccinni e Carmine Gazzanni, già autori del libro intitolato “Sarah – La ragazza di Avetrana”, pubblicato a fine luglio.

Era il 26 agosto del 2010 quando Sarah sparì non facendo più ritorno a casa, per essere ritrovata tragicamente senza vita dopo quarantadue giorni, in un campo vicino all’abitato di Avetrana, dove risiedeva con la mamma e con il fratello.

Per l’omicidio di Sarah Scazzi sono state condannate all’ergastolo la zia e la cugina di Sarah, Cosima Serrano e Sabrina Misseri. L’unico che continua a dichiararsi colpevole è lo zio della ragazzina, Michele Misseri.

La trama complessa c’è tutta per una fiction, che purtroppo questa volta attinge da un dramma accaduto davvero.

Articoli correlati