domenica, 14 Agosto 2022

Dicembre è il mese della frutta secca: quella che fa bene tutto l’anno

(Foto di Denis Doukhan - Pixabay)

Inserita in una dieta alimentare sana ed equilibrata, la frutta secca nella stagione invernale è un autentico alleato della salute. Anzi, come sostengono numerosi nutrizionisti, la frutta secca non dovrebbe mai mancare nella dieta di ogni giorno tutto l’anno, cibo riconosciuto importante anche dall’OMS, l’Organizzazione mondiale della Sanità.

In queste settimane noci, nocciole, mandorle, pistacchi, arachidi ed altre varietà di frutta secca (che in realtà è frutta “oleosa”,  non essiccata come fichi e datteri), stanno spopolando sui banchi dei negozi e dei supermercati perché la frutta secca è immancabile sulle tavole di Natale, consumata a fine pasto, nonché come guarnizione o ingrediente integrante di numerose ricette di stagione.

La frutta secca fa bene, è ricca di fibra alimentare, preziosa per l’intestino, con una buona funzione antitumorale. Contiene acidi grassi omega 3 e omega 6, importanti per l’apparato cardiocircolatorio, quelli definiti “buoni”, perché in grado di contrastare l’eccesso di colesterolo nel sangue. Non mancano alla frutta secca le proteine vegetali e i sali minerali come potassio, ferro, rame, zinco e manganese, selenio, fosforo e calcio.

Consumo di frutta secca consigliato? Non più di 30 grammi al giorno, ma per non mancare di rispetto alla tradizione… il giorno di Natale anche un po’ di più.

Condividi:

Facebook
Twitter
LinkedIn
Email
WhatsApp
Telegram

ULTIME NEWS

LE PIÙ LETTE

ARTICOLI CORRELATI