domenica, 26 Giugno 2022

DALAI LAMA – Mentre a Rho e’ pronto il Mandala per accoglierlo, i cino-milanesi si preparano a contestarlo

Non solo messaggi di pace per la visita del Dalai Lama a Milano: come riportato dall’ANSA Lombardia, “Quella dell’attribuzione della cittadinanza onoraria al Dalai Lama è un’iniziativa che riteniamo sbagliata e che offende decine di migliaia di cittadini cino-milanesi, perché non tiene conto dell’effettiva realtà storica e attuale del rapporto tra la Cina e la regione del Tibet e presenta la figura del Dalai Lama non semplicemente come esponente religioso ma come capo di uno stato che in realtà non esiste”. E’ netta, quindi, la presa di posizione della comunità cinese di Milano in occasione della visita di tre giorni del XIV Dalai Lama: Tenzin Gyatso riceverà le chiavi della città, come deciso da una delibera approvata dal precedente consiglio comunale durante il mandato di Giuliano Pisapia. Un presidio di protesta è annunciato per il primo dei suoi appuntamenti ufficiali, giovedì 20 ottobre, all’esterno del teatro degli Arcimboldi, dove si terrà una conferenza del Dalai Lama con gli studenti universitari. “Io il Dalai Lama lo incontrerò e non temo ripercussioni”, ha commentato il sindaco di Milano Giuseppe Sala.

mandala-dalai-lama-okIntanto, ieri mattina, dopo quattro giorni di intenso e silenzioso lavoro, i Monaci del Namgyal, il Monastero di Sua Santità il Dalai Lama a Dharamsala, hanno terminato la realizzazione del mandala posizionato nell’atrio del palazzo comunale di Rho, rimasto aperto da venerdì a lunedì per consentire ai cittadini di assistere a questa meravigliosa creazione buddista. Come per l’avvio, la fine dei lavori è avvenuta con una breve cerimonia a cui hanno partecipato il Sindaco di Rho Pietro Romano, gli Assessore Maria Rita Vergani, Sabina Tavecchia e Nicola Violante, insieme al Segretario Generale Matteo Bottari.

Il mandala, fatto con sabbie colorate, è dedicato ad Avalokiteshvara, la rappresentazione della Grande Compassione impersonificata, secondo la cultura tibetana, dallo stesso Dalai Lama, a cui sarà portato nei prossimi giorni.

Il mandala è un simbolo spirituale e rituale che rappresenta l’universo. E’ un’antica parola sanscrita che significa cerchio. Sono decorati secondo l’iconografia tradizionale, che comprende una moltitudine di forme geometriche e di simboli antichi dal significato spirituale. Nel buddismo tibetano i mandala vengono creati con la sabbia colorata, seguendo una pratica speciale chiamata dul-tson-kyil-khor, che letteralmente significa appunto “mandala di polvere colorata”. Con estrema pazienza i monaci dispongono i granelli di sabbia procedendo dal centro verso l’esterno.

La realizzazione del mandala fa parte degli eventi organizzati dal 13 ottobre al 23 ottobre dal Comune di Rho per rendere omaggio alla presenza di Sua Santità il XIV Dalai Lama, Tenzin Gyatso, che darà a Rho Fiera i suoi insegnamenti il 21 e il 22 ottobre.

Insieme al Ghe Pel Ling, l’ Istituto Studi di Buddhismo Tibetano di Milano che sta organizzando la visita del XIV Dalai Lama sotto la guida dei Maestri Ven. Thamthog Rinpoche e Ven Khenrab Rimpoche, il Comune di Rho ha definito un programma unico come la mostra fotografica “Tibet: tra cultura e spiritualità” realizzata in prima assoluta a Rho, che rimarrà aperta fino al 23 ottobre.
Hanno riscontrato forte richiamo sia l’incontro ecumenico “La pace nelle religioni”, che la proiezione “KaLaChaKra – Il risveglio”, film scritto e realizzato da Natalie Fuchs, con la partecipazione di Sua Santità il XIV Dalai Lama.

Fino al 23 ottobre
Sale di Villa Burba, corso Europa 291
Mostra “Tibet: tra cultura e spiritualità”
La mostra di fotografie di Anna Maria Di Ciommo e di Gemma Randelli, curata da Nicoletta Pallini, realizzata in prima assoluta a Rho, propone un percorso dettagliato sia sulla realizzazione del Mandala sia sulla vita quotidiana dei tibetani attraverso una cinquantina di immagini allestite in un percorso che dalla Sala del Camino a quella degli Specchi condurrà alle Scuderie. Mette a fuoco la profonda spiritualità di questa cultura presente? in ogni momento della vita quotidiana non solo in quella dei Monasteri di Dharamsala, ma anche nella vita di tutti i giorni delle popolazioni nomadi della valle del Lhitang.
Orari:
Dal 14 al 20 ottobre: dalle ore 15.00 alle ore 18.30.
Nei giorni feriali la mostra al mattino sarà aperta solo su prenotazione con visite guidate telefonando o inviando una mail allo IAT (Informazione e Accoglienza Turistica) tel 02.93.33.2.354 / 223,
turismo@comune.rho.mi.it
Venerdì 21 e sabato 22 ottobre: dalle ore 18.00 alle 21.00
Domenica 23 ottobre: dalle ore 10.30 alle ore 13.00 e dalle ore 15.00 alle ore 18.30

Informazioni
Comune di Rho
IAT – CentRho
Piazza San Vittore
Lunedì dalle ore 10.00 alle ore 13.00
Da martedì a sabato dalle ore 10.00 alle ore 20.00
Domenica dalle ore 10.00 alle ore 13.00
Tel 02.93.33.2.354 / 223
turismo@comune.rho.mi.it
www.comune.rho.mi.it

www.dalailama-milano2016.com

Condividi:

Facebook
Twitter
LinkedIn
Email
WhatsApp
Telegram

ULTIME NEWS

LE PIÙ LETTE

ARTICOLI CORRELATI