18 C
Comune di Legnano
martedì 22 Settembre 2020

Dal Coronavirus potremo essere fuori dopo l’inverno. Riparte la sperimentazione di AstraZeneca

Ti potrebbe interessare

Calano le tariffe delle assicurazioni sulle auto: effetto del Covid-19

I dati parlano chiaro, quelli diffusi in un recente bollettino dell'IVASS, l'Istituto per la Vigilanza sulle assicurazioni: le RC Auto costano meno,...

Domenica torna il mercatino di Azzate

Riparte domenica 27 settembre il tradizionale mercatino di Azzate, anzi, la Mostra dell’Üsaa, organizzata dalla Pro Loco ogni ultima domenica del mese.

100mila euro per le imprese per l’economia territoriale di Busto Arsizio

La giunta comunale di Busto Arsizio ha approvato nelle scorse ore il “bando nel bando”, con cui si metteranno a disposizione delle...

Canegrate saluta Cinemadamare

I commenti di chi c'era si radunano in un unico grande plauso alla manifestazione “Cinemadamare”, che si è conclusa domenica sera, a...

Come commentato nelle scorse ore dal ministro della Salute, Roberto Speranza, il Covid-19 potrebbe essere superato tra sei mesi, dopo l’inverno.

Secondo le più rosee ed ottimistiche previsioni, il peggio starebbe passando e con l’arrivo della primavera l’emergenza sanitaria potrebbe essere soltanto un brutto ricordo.

Secondo il ministro, è necessario osservare ancora scrupolosamente le regole anti contagio, mentre grandi passi in avanti sta facendo la sperimentazione di cure e vaccini.

Riparte in queste ore la sperimentazione di AstraZeneca-Oxford, sospeso perché uno dei soggetti coinvolto aveva evidenziato un effetto collaterale, che si è poi rivelato non legato alla somministrazione del vaccino.

Speranza ha spiegato che l’Unione Europea sta comprando un pacchetto di sei vaccini, e quello di AstraZeneca è uno di questi, in fase più avanzata. Nel frattempo stanno arrivando cure specifiche contro l’infezione, come quelle sugli anticorpi monoclonali, studiati a Siena.

La prima vaccinazione, da prendere in considerazione nelle prossime settimane, è quella anti influenzale: a livello nazionale sono state prenotate il 70% in più di dosi, rispetto agli anni scorsi. Prevenzione dei rischi, attenzione alle regole stabilite anti contagio, fiducia nelle cure e nei vaccini sempre più vicini, potranno portare presto anche l’Italia fuori dall’incubo Covid.

Articoli correlati

Stop ai test sul vaccino anti Covid-19: c’è stata una reazione in un partecipante

Sono stati sospesi nelle scorse ore i test sul vaccino anti Covid-19, condotti sulle persone per l’avvenuta reazione, inspiegabile, in uno dei...

Primi test sull’uomo del vaccino anti Covid-19 dal 24 agosto

Può avere inizio la sperimentazione sull’uomo del vaccino anti Coronavirus, all’Istituto Spallanzani di Roma. Lunedì 24 agosto a novanta soggetti volontari sarà...

Prove di vaccino anti Covid-19 sull’uomo: i primi test in Lombardia

L’Università Bicocca di Milano e l’ospedale San Gerardo di Monza si preparano a sperimentare il vaccino italiano anti Coronavirus, prodotto da Takis...

Contagi in calo ma al Coronavirus il caldo non fa paura

Il caldo non ferma il Coronavirus: questo è il dato certo rilevato nelle ultime settimane, in controtendenza, purtroppo, con quanto gli esperti...

Dal 27 luglio parte la fase finale dei test sul vaccino anti Covid-19 della “Moderna”

E’ stato annunciato nelle scorse ore l’avvio di una particolare fase sperimentale, da parte della società americana “Moderna”, sul suo vaccino anti...