sabato, 2 Marzo 2024

Con l’anno nuovo si apre una nuova fase del procedimento del deragliamento del treno a Pioltello

(Foto da RAI 1)

Si è chiusa nei giorni scorsi in Tribunale a Milano, l’ultima di una lunga serie di udienze, che chiude un primo capitolo nella dolorosa vicenda del deragliamento di Pioltello, nel Milanese, avvenuto a gennaio del 2018. In questa serie di udienze sono stati sentiti diversi pendolari che si trovavano sul treno, dirigenti e tecnici di RFI, ed i testi delle varie difese.

“Con l’anno nuovo si apre una nuova fase del procedimento, in cui saranno ascoltati i diversi periti. Questa fase sarà cruciale per comprendere e definire le responsabilità nell’accaduto, che, ricordiamo, ha portato alla morte di tre persone e al ferimento di decine e decine di persone”, spiega Davide Zanon, Segretario Regionale di CODICI Lombardia. Nel corso di queste udienze è stato appurato che a causare l’incidente non furono il capotreno, il macchinista o il treno, ma la rottura di un giunto dei binari, difettoso da mesi.

“L’Associazione CODICI ha presenziato alle udienze tenutesi fino ad oggi, portando la testimonianza dei suoi assistiti. Ci auguriamo che la giustizia faccia il suo corso in questa vicenda dolorosissima. Una tragedia che sarà impossibile dimenticare”, commenta Ivano Giacomelli, Segretario Nazionale di CODICI 

Condividi:

Facebook
Twitter
LinkedIn
Email
WhatsApp
Telegram

ULTIME NEWS

LE PIÙ LETTE

ARTICOLI CORRELATI