lunedì, 6 Febbraio 2023

Completati i lavori alla nuova area verde del parcheggio: Canegrate de-impermeabilizza

Con la realizzazione delle opere a verde sono stati completati i lavori di riqualificazione del parcheggio in via dei Partigiani, a Canegrate, che ha scelto di de-impermeabilizzare l’area a favore della formazione di aree verdi e sistemi di drenaggio urbano sostenibile, con trincee drenanti, box alberati e area di bioritenzione.

Come si legge in una nota, è stato infatti realizzato un sistema di raccolta delle acque meteoriche, smaltite attraverso le aiuole alberate e disperse naturalmente nel terreno, evitando di farle confluire nella rete fognaria comunale che, soprattutto in occasione di forti precipitazioni è soggetta a rigurgiti ed allagamenti stradali.
Sono state messe a dimora 66 piante di varie specie, tra le quali liquidambar/frassini, cercis siliquastrum, lecci, platani pyrus, ligustri ovalliuflium e salici, distribuite nelle aiuole dell’area a parcheggio e delle attigue aree per sgambamento cani e nel giardino pubblico. Sulla superficie dei box drenanti sono state predisposte delle piante acquatiche ed essenze arbustive come di seguito rappresentate.

I box alberati sono collegati ad un’area di bioritenzione, posizionata nell’area verde posta a nord-est del parcheggio. Il bacino di bioritenzione riceve le acque meteoriche in eccesso, durante gli eventi di pioggia particolarmente intensi che saturano i volumi di infiltrazione disponibili; tali acque fortemente diluite vengono inviate verso lo strato drenante e successivamente infiltrate. Il bacino di bioritenzione e la trincea sono coperti dal tappeto erboso e prato fiorito.

La superficie totale dell’ecosistema ricreato a prato ammonta a circa 1.565 metri quadrati. Le opere, del valore complessivo di circa 328mila euro, sono state finanziate con un contributo di Regione Lombardia e di CAP Holding Spa, a seguito della partecipazione da parte del Comune al bando regionale relativo agli “Interventi di de-impermeabilizzazione e rinverdimento di aree pubbliche per la mitigazione e l’adattamento ai cambiamenti climatici”.

Condividi:

Facebook
Twitter
LinkedIn
Email
WhatsApp
Telegram

ULTIME NEWS

LE PIÙ LETTE

ARTICOLI CORRELATI