domenica, 19 Maggio 2024

Colpevole di maltrattamenti e violenze private: finisce in manette un 23enne

(Immagine di repertorio)

E’ successo nella notte del 16 agosto scorso: i Carabinieri della Stazione di Ponte Tresa e Radiomobile di Luino sono intervenuti per un incendio in un appartamento, a Cadegliano Viconago. Sin dai primi accertamenti, effettuati dai Vigili del Fuoco di Luino, l’incendio è risultato di natura dolosa. Le successive indagini condotte dai Carabinieri di Ponte Tresa hanno portato all’identificazione di un giovane di 23 anni, quale autore materiale dell’incendio.

Come si legge in una nota diffusa dai Carabinieri di Varese, dalle indagini si è appurato che l’arrestato aveva precedentemente messo in atto ripetuti maltrattamenti nei confronti della propria madre, procurandole altresì lesioni personali, nell’arco temporale compreso tra novembre 2020 e lo scorso Ferragosto, ed il progressivo deteriorarsi del rapporto familiare lo aveva spinto a procurare il danneggiamento e l’incendio dell’immobile.

(Il Comune di Cadegliano Viconago, che segue la situazione attraverso il proprio servizio di assistenza sociale, ha già sistemato la madre del ragazzo, sua vittima, in un’abitazione protetta).

Questa mattina, venerdì 20 agosto, gli uomini dell’Arma si sono presentati a casa del giovane e lo hanno arrestato, come disposto dal GIP del Tribunale di Varese, che ha riconosciuto i gravi indizi di colpevolezza nei suoi confronti. Il ragazzo è stato accompagnato in carcere a Varese.

Condividi:

Facebook
Twitter
LinkedIn
Email
WhatsApp
Telegram

ULTIME NEWS

LE PIÙ LETTE

ARTICOLI CORRELATI