domenica, 14 Agosto 2022

Ci siamo: Legnano approva il progetto di recupero del vecchio Solarium

La giunta comunale, su proposta dell’assessore alle Opere pubbliche Marco Bianchi, ha approvato il progetto di fattibilità tecnica ed economica per gli interventi di conservazione, restauro e riqualificazione dei solarium all’interno del parco ex ILA. I lavori, inseriti nel Piano Triennale delle Opere pubbliche adottato qualche settimana fa, sono previsti per il 2022 e rientrano nel programma degli interventi del Progetto regionale di strategie di sviluppo urbano sostenibile “La scuola si fa città”. La spesa complessiva prevista è di 600mila euro, come si legge in una nota diffusa dal Comune.

L’intervento è atteso da anni, per il recupero di un insieme di manufatti diventati simbolo della storia della città, importante punto di riferimento anche artistico.

Nelle prossime settimane cominceranno i lavori di rimozione delle formelle in amianto, e di catalogazione, pulizia e messa in sicurezza della struttura, propedeutici al recupero. Questi interventi includeranno il puntellamento della struttura in modo da potervi posare teloni che facciano da copertura provvisoria in vista del recupero stesso.

Per ottimizzare le risorse e tutelare più efficacemente il bene è opportuno che la messa in sicurezza dei solarium sia velocemente seguita dai lavori di recupero dei solarium. Il parco ex ILA è interessato da diversi interventi del progetto “La scuola si fa città”, come le riqualificazioni del patrimonio arboreo, delle recinzioni e dei percorsi storici, oltre che da attività immateriali che permetteranno di far vivere il parco. Per questo il recupero dei solarium è fondamentale, in chiave di sicurezza e fruibilità, per valorizzare l’area. Recuperarli è il primo passo verso la loro rifunzionalizzazione, che sarà valutata a seguito di una fase di progettazione partecipata. A tal proposito l’Amministrazione desidera esprimere il proprio grazie a chi, con passione, segue da anni la situazione dell’ex ILA, in particolare le associazioni che vi hanno sede e il consigliere comunale del Movimento dei cittadini Franco Brumana. Per noi governare con la comunità significa questo: misurarci sui contenuti ed entrare nel merito delle questioni di interesse per la nostra città. E il parco del Sanatorio Regina Elena, luogo identitario di Legnano che ha catturato una grande attenzione dopo la sua riapertura al pubblico, è e continuerà a essere uno di quei temi in cui il confronto contribuirà alla sua piena valorizzazione”, spiega l’assessore Bianchi.

Tutti gli interventi, riguardando un’area vincolata, dovranno essere preventivamente sottoposti ad autorizzazione della Soprintendenza e a parere dell’associazione Re.Gi.S, la Rete giardini storici, cui il complesso appartiene.

Condividi:

Facebook
Twitter
LinkedIn
Email
WhatsApp
Telegram

ULTIME NEWS

LE PIÙ LETTE

ARTICOLI CORRELATI