Chi ha ricevuto la multa sbagliata non la paghi. E il Comune chiede scusa

(Foto da web)

Succede a Milano dove nei giorni scorsi è stato riconosciuto un errore nel calcolo delle sanzioni da autovelox, che riguardano poco meno di tremila cittadini.

Le  multe comminate per eccesso di velocità, precisamente lungo viale Fulvio Testi, via Palmanova e via Ferrari, in entrambi i sensi di marcia, riportano una cifra da pagare più alta del dovuto: 225,33 euro invece di 169, come stabilito dalla legge, poiché il software che ha registrato le contravvenzioni ha attribuito un codice “notturno”, anziché “diurno” alle infrazioni stesse.

Da qui i ricorsi dei multati, che hanno sollecitato le verifiche da parte del Comune.

Nelle ultime ore, oltre alle scuse dell’ente locale, arriva la conferma che chi ha ricevuto tali sanzioni illegali, attribuite al periodo tra il 2 novembre il 14 dicembre scorsi, le può ignorare, in attesa di ricevere quelle giuste.

Chi ha già pagato può chiedere il rimborso, compilando un modulo che si trova pubblicato sul sito comunale di Milano.

print