Che il rispetto si traduca in manutenzione sicurezza e informazione

(Foto da web - Metronews)

All’indomani della tragedia del treno deragliato a Pioltello, c’è chi manda un messaggio alle istituzioni lombarde, alle aziende, agli organi di stampa e ai cittadini. Sono i rappresentanti dei Comitati pendolari della Lombardia, che ieri hanno firmato e diffuso una lettera congiunta.

“Noi, rappresentanti dei Comitati dei viaggiatori del trasporto ferroviario lombardo, ci uniamo in una comunicazione che vuole portare il cordoglio più profondo alle vittime del tragico incidente ferroviario sulla linea Cremona-Milano, e alle loro famiglie. Sono notizie che mai avremmo voluto leggere e vedere. Come le vittime, tutti noi siamo lavoratori e studenti che ogni mattina e ogni sera si affidano al servizio regionale di trasporto ferroviario per raggiungere le sedi delle proprie attività. Come loro, lo facciamo affidando il nostro tempo e le nostre vite a chi deve assicurarsi di fornire un servizio di trasporto all’altezza: sicuro, dignitoso, puntuale.

Auspichiamo che le cause dell’incidente siano presto chiarite in ogni loro sfumatura e che si prendano tutte le misure del caso, perché una tragedia di questo tipo non si verifichi mai più. Confidiamo in tutte le istituzioni, a ogni livello, e in tutte le aziende coinvolte, perché finalmente si possa raggiungere un livello di qualità, manutenzione e sicurezza che non sempre, neppure in Regione Lombardia, è stato disponibile”, come si legge nella nota.

I rappresentanti dei Comitati colgono l’occasione per raccontare che, alle loro costanti segnalazioni di criticità, non sempre è stato dato ascolto.

“Ci aspettiamo che il rispetto di istituzioni e aziende si traduca finalmente in veri e attenti investimenti su manutenzione, sicurezza e informazione ai clienti.  Non ci stancheremo di continuare a fare tutto quel che facciamo. Ora sappiamo di doverlo anche alle tre vittime e ai tanti feriti di questo incidente, che sentiamo più che mai vicini, parte di una grande famiglia di viaggiatori alle prese, ogni giorno, con disagi e problemi”, le conclusioni della lettera, firmata dai Rappresentanti dei Viaggiatori alla Conferenza Regionale per il TPL, Matteo Mambretti e Lucia Ruggiero.

print