domenica, 25 Febbraio 2024

Cerro Maggiore dice no ai veicoli inquinanti con il bando regionale per il controllo sul territorio

Il municipio di Cerro Maggiore (Foto da web)

E’ stata presentata la scorsa settimana la domanda del Comune di Cerro Maggiore di ammissione al bando regionale, per il cofinanziamento di dotazioni di servizio per il controllo dei veicoli inquinanti. Come precisato dal sindaco Giuseppina Berra, sono stati richiesti due “targa system” mobili nuovi, che andranno ad aggiungersi ai dodici varchi che si stanno sbloccando lungo le vie del paese.

“E’ un piano che garantirà un controllo maggiore del territorio rispetto alla circolazione di veicoli senza assicurazione, bollo auto e soprattutto per i veicoli più inquinanti. Queste tecnologie potranno essere utilizzate dalle Forze dell’ordine in caso di azioni contro la criminalità o in caso di indagini”, spiega Berra.

A Cerro in meno di dodici mesi sono state compiute numerose scelte per supportare al meglio l’azione sul territorio degli agenti della Polizia locale, e delle altre Forze dell’ordine: già acquistato un nuovo veicolo ecologico con fondi regionali e, qualche settimana fa, è stata avanzata una nuova richiesta di fondi per rinnovare il parco automezzi, sempre in ottica green.

“Entro qualche settimana sapremo se i nostri sforzi progettuali saranno premiati, ma già da subito possiamo essere soddisfatti. Il cambiamento è evidente: stiamo utilizzando tutte le opportunità messe a disposizione da Regione o dallo Stato per aumentare i fondi destinati alla sicurezza attiva di Cerro e Cantalupo. A differenza di quanto sinora avvenuto stiamo facendo rete ed i risultati, se non da subito, arriveranno. Stiamo già predisponendo nuovi progetti per il futuro sia in ambito di protezione, sia di prevenzione. Tutto questo si aggiunge al costante e sempre maggiore impegno sul territorio: il numero di ore di presenza attiva è sempre più elevato, con l’aggiunta di servizi straordinari che migliorano l’azione di supporto”, il commento del primo cittadino.

Condividi:

Facebook
Twitter
LinkedIn
Email
WhatsApp
Telegram

ULTIME NEWS

LE PIÙ LETTE

ARTICOLI CORRELATI