giovedì, 20 Gennaio 2022

CEPU nella bufera: arrestato il suo fondatore per bancarotta fraudolenta

L’hanno chiamata operazione “Tutoring”, l’indagine della Guardia di finanza che ha visto oggi, lunedì 8 marzo, l’imprenditore Francesco Polidori, fondatore di CEPU, il noto gruppo che si occupa di istruzione e formazione universitaria, finire agli arresti domiciliari perché accusato di bancarotta fraudolenta.

Più precisamente sono sei le persone coinvolte nell’indagine, considerate responsabili, a vario titolo, di bancarotta fraudolenta, auto-riciclaggio e sottrazione fraudolenta al pagamento delle imposte. I finanzieri del Nucleo Speciale di Polizia Valutaria hanno proceduto nelle scorse ore anche al sequestro preventivo di 28 milioni di euro, tra denaro ed immobili, appartenenti alla CEPU.

L’imprenditore avrebbe portato al fallimento due società, realizzando in seguito più azioni commerciali e finanziarie, con anche la creazione di una società fiduciaria in Lussemburgo, con cui è stato possibile, fino ad oggi, mascherare beni immobili e marchi sottratti alle imprese fallite, ricondotti ad un’ulteriore società sottoposta a sequestro.

In più di dieci anni il gruppo CEPU avrebbe evaso le tasse per circa 140 milioni di euro.

Condividi:

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on email
Email
Share on whatsapp
WhatsApp
Share on telegram
Telegram

ULTIME NEWS

LE PIÙ LETTE

ARTICOLI CORRELATI