Centocinquanta famiglie raggiunte dagli aiuti a Castellanza

Sono più di centocinquanta le famiglie indigenti raggiunte dagli aiuti a Castellanza, nelle settimane dell’emergenza da Coronavirus.

Lo raccontano i volontari de La Mensa del Padre Nostro, che hanno stilato un elenco dei generi alimentari distribuiti, ma anche di altri aiuti, avvalendosi della collaborazione dei Servizi sociali del Comune, della Protezione Civile, del gruppo Guardiafuochi, degli Alpini e dei ragazzi degli oratori.

“Abbiamo raggiunto 151 famiglie con la consegna settimanale a domicilio di pacchi spesa. Abbiamo distribuito 1.927 lt. di latte, 505 lt. di olio, 1.771 Kg. di pasta, 1.204 Kg. di riso, 486 Kg. di zucchero, 1.129 scatolette di carne in scatola, 2.071 scatolette di tonno, 1.433 pacchi di  biscotti 741 pacchi di biscotti per l’infanzia, 2.193 lattine di pelati e  1.946 lattine di legumi. Vanno aggiunti alimenti di ogni genere: burro, grana, gnocchi, affettati, formaggi, uova, sale, farina, succhi, omogenizzati, tortine, uova di pasqua, colombe, panettoni, chiacchere e Nutella”, come si legge in una nota. Un aiuto significativo l’hanno dato anche alcuni negozi, come la Tabaccheria Saravalli, quindi Tigros, Il Gigante e la Metro.

Gli Alpini, dal 15 aprile al 17 maggio hanno cucinato 4.870 primi piatti, consegnati a pranzo a domicilio alle famiglie in difficoltà.

“Le 137 famiglie solidali e tanti cittadini hanno risposto alla grande al nostro appello di solidarietà con donazioni di alimenti a lunga conservazione e contributi in denaro. Ad oggi abbiamo raccolto 13.019 euro, che ci hanno permesso di acquistare e distribuire 241 tessere prepagate da 25 euro, per l’acquisto di generi alimentari di prima necessità. Un grosso grazie ai volontari e a tutti quanti ci hanno aiutato in questo periodo di difficoltà”.

print