giovedì, 6 Ottobre 2022

Celebrata a Legnano la prima unione civile secondo la legge Cirinnà

(Foto da web)

La notizia è di oggi, venerdì 23 settembre, anzi di poche ora fa: a Legnano questa mattina due giovani donne sono state unite civilmente dall’Ufficiale di Stato Civile del Comune, ai sensi della legge n. 76 del 26 maggio 2016 entrata in vigore lo scorso 29 luglio.

E’ la prima volta che in città si attua quanto previsto dalla Legge Cirinnà, che introduce l’unione civile tra omosessuali quale specifica formazione sociale, e disciplina la convivenza di fatto sia gay, sia etero.

La cerimonia si è svolta, per esplicita richiesta delle interessate, in modo estremamente riservato alla presenza dei soli testimoni e di un paio di amici.

Si tratta di quelle due donne di cui si era recentemente interessata una certa cronaca locale, in seguito a notizie diffuse i primi di settembre su presunte difficoltà sollevate dal Comune di Legnano alla realizzazione della loro richiesta di unione. In realtà il Comune ha dovuto affrontare un problema di tipo unicamente burocratico, poiché non era ancora disponibile il nuovo registro delle unioni civili nazionali, arrivato poi da Roma.

“La cerimonia odierna conferma la totale infondatezza di tutto ciò. Ad oggi, presso il Comune di Legnano, sono giacenti altre tre richieste di unione civile pervenute da altrettante coppie omosessuali. E’ inoltre arrivata una domanda di riconoscimento e trascrizione nel registro comunale delle unione civili di una coppia italiana che ha contratto matrimonio omosessuale in Spagna. Tutte le richieste seguiranno il normale iter previsto dalla legge in materia”, si legge in una nota diffusa dal Comune.

Nel registro comunale, votato il 15 ottobre 2013 dal Consiglio comunale ed entrato in vigore il 2 gennaio 2014, sono ad oggi iscritte 13 coppie: 4 omosessuali e 9 etero.

Condividi:

Facebook
Twitter
LinkedIn
Email
WhatsApp
Telegram

ULTIME NEWS

LE PIÙ LETTE

ARTICOLI CORRELATI