12.5 C
Comune di Legnano
venerdì 7 Maggio 2021

CASTELLANZA – Trattamento dei pini neri di viale Piemonte per contrastare la processionaria, dal 18 gennaio

Ti potrebbe interessare

Il PRC a Legnano esorta a trovare soluzioni per fermare le morti sul lavoro

A poche ore dall’incidente sul lavoro avvenuto questa mattina, giovedì 6 maggio, nella Bergamasca, dove un operaio di 47 anni è rimasto schiacciato da...

Accusato di revenge porn un imprenditore dovrà rispettare il divieto di avvicinamento alla sua presunta vittima

E’ successo nelle scorse ore: Piera Bossi, GIP del Tribunale di Busto Arsizio ha emesso una misura cautelare di divieto di avvicinamento, come richiesto...

La LIPU di Parabiago invita al birdwatching nel parco del Roccolo

Si svolgerà sabato 8 maggio una particolare uscita all’osservazione degli uccelli nel parco del Roccolo, organizzata dalla sezione LIPU di Parabiago con la direzione...

Arrestate due persone per traffico di rifiuti a Milano

E’ successo questa mattina, giovedì 6 maggio: i militari dei Nipaaf Carabinieri di Milano e Lodi, su delega della Direzione Distrettuale Antimafia di Milano,...

Prende il via a Castellanza, lunedì 18 Gennaio, il trattamento contro la processionaria del pino (Thaumetopoea pityocampa) su tutti gli esemplari di “pino nero” lungo il viale Piemonte.
Dopo aver effettuato le potature invernali che hanno interessato la via Salvo d’Acquisto, l’area parco in via per Legnano, la via Morelli ed alcune piantumazioni d’alto fusto, è ora la volta del trattamento contro la processionaria del pino dei circa 80 esemplari di “pino nero” lungo il viale Piemonte. Pini sui quali sono stati effettuati sinora interventi meccanici tagliando le cime dei rami contenenti i nidi con le larve.
Il trattamento endoterapico, mediante iniezione al fusto delle piante di prodotto appositamente studiato per controllare il parassita, consentirà di evitare per un periodo certificato di almeno tre stagioni invernali la presenza del parassita, ed evitare quindi la discesa delle larve dal fusto, che costituisce il momento di diffusione, anche per via aerea, della peluria urticante di cui queste sono ricoperte.
Il trattamento è effettuato da una ditta esclusivista per l’Italia dello specifico tipo di trattamento endoterapico, con personale appositamente attrezzato.
L’utilizzo del metodo endoterapico non comporta l’uso di irroratrici a spruzzo e la dispersione di prodotti antiparassitari nell’ambiente; perciò è assolutamente sicuro per gli utilizzatori e soprattutto non comporta la necessità di limitare l’accesso all’area da parte dei cittadini.

processionaria thaumetopoea-pityocampa-1G

Articoli correlati

Più sicura la scuola a Castellanza con il sostegno di tutta la comunità

Aiutare la scuola a mantenere sempre un alto livello di sicurezza nelle classi. E’ questo il senso dell’iniziativa nata da alcuni genitori dell’Istituto Comprensivo...

Un regalo solidale a Castellanza che possono fare tutti

“Questo Natale vuoi fare un regalo solidale? A Castellanza puoi”. E’ stato pubblicato sul sito comunale di Castellanza un particolare avviso, per tutti coloro che...

No all’abbattimento dei palazzi in via S. Giulio a Castellanza: costa troppo

Tre enormi palazzi abbandonati da anni si ergono in via San Giulio a Castellanza, e i residenti della via hanno più volte chiesto alla giunta comunale...

Al via la campagna “Acquistiamo a Castellanza”

Si chiama “Acquistiamo a Castellanza” la nuova campagna di comunicazione avviata dall’assessorato alle Attività Economiche di Castellanza e dal Comitato Commercianti cittadino, per incentivare...

Un nuovo Pronto soccorso a Castellanza

Sarà realizzato prossimamente un nuovo Pronto Soccorso all’Istituto Ospedaliero Humanitas Mater Domini di Castellanza, destinato a fronteggiare l’emergenza sanitaria da COVID-19. Come si legge in...