sabato, 22 Gennaio 2022

Calano i contratti a termine, aumentano le assunzioni stabili: notizie positive dall’INPS

Secondo una recente valutazione dell’INPS, l’Istituto nazionale della Previdenza sociale, sarebbero in diminuzione i contratti di lavoro a termine in Italia, mentre in aumento quelli a tempo indeterminato, dall’inizio dell’anno.

Molte delle situazioni stabili derivano dalla trasformazione dei rapporti precari, che sono stati a gennaio il 110% in più rispetto allo stesso periodo del 2018, come riferito dall’Osservatorio sul precariato, dell’ente.

Le assunzioni a tempo indeterminato sono un dato incoraggiante, soprattutto nel panorama generale occupazionale dove numerose aziende cessano la loro attività, lasciando a casa i propri dipendenti.

I contratti che diventano stabili, che alla scadenza sono rinnovati a tempo indeterminato, forse grazie anche al decreto dignità, offrono uno spaccato diverso ed incoraggiante sul mercato.

Se il lavoro è “poco ma sicuro” può rappresentare un punto di partenza, anche per una visione più ampia di ripresa.

Condividi:

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on email
Email
Share on whatsapp
WhatsApp
Share on telegram
Telegram

ULTIME NEWS

LE PIÙ LETTE

ARTICOLI CORRELATI