19.5 C
Comune di Legnano
sabato 18 Settembre 2021

CAIRATE – Accertata un’altra truffa della coppia vigile/dipendente comunale

Ti potrebbe interessare

Raccoglievano denaro per beneficenza ma erano due truffatori

Erano certi di farla franca, due falsi addetti di un’organizzazione benefica, e invece sono stati smascherati dalla Polizia di Stato di Gallarate, nelle scorse...

Parabiago aderisce alla settimana della sicurezza stradale

"La sicurezza stradale è una responsabilità di tutti, perché tutti siamo fruitori della strada: dal pedone all'automobilista". Con queste parole il sindaco di Parabiago,...

Provaccia 2021 a Legnano: vince la contrada Sant’Ambrogio

La contrada Sant’Ambrogio ha vinto ieri sera, venerdì 17 settembre, la “Provaccia”, vale a dire il Memorial Favari 2021, lasciandosi alle spalle San Domenico,...

Il Governo è al lavoro per scongiurare il “caro-bollette”

I dettagli delle misure che potrebbero diventare un decreto nei prossimi giorni sono ancora in fase di elaborazione, ma il Governo è al lavoro...

Truffe e furti ad anziani, ancora una vittima individuata; nelle scorse ore i Carabinieri della stazione di Fagnano Olona, a parziale conclusione di una lunga e complessa attivita’ di indagine, hanno deferito in stato di libertà per il reato di furto in abitazione i due soggetti che lo scorso 21 aprile erano stati tratti in arresto a seguito dell’inseguimento terminato con lo speronamento della vettura dell’arma (leggi l’articolo relativo). Si tratta di:

  1. Narcisio Sandro, 1988, nullafacente, pregiudicato;
  2. Riviera Carlo, 1991, nullafacente, pregiudicato;

nei confronti dei due sono stati  raccolti univoci e inconfutabili indizi di colpevolezza in ordine alla commissione di un furto in abitazione commesso con le consuete modalita’, (un finto vigile ed un tecnico comunale), in data 19 aprile ai danni di una 60enne di Cairate, cui hanno rubato alcune centinaia di euro e dei gioielli in oro (tra cui alcuni di valore affettivo, in quanto “di famiglia”); questo e’ l’ennesimo episodio attribuito ai due malfattori, che si aggiunge alla lunga serie per cui stanno autonomamente procedendo i diversi reparti ed uffici delle forze di polizia; la posizione dei due e’ stata rimessa ora alla valutazione dell’Autorita’ Giudiziaria di Busto Arsizio.

 

Articoli correlati