22 C
Comune di Legnano
mercoledì 16 Giugno 2021

BUSTO ARSIZIO – Rispettata la tradizione della Gioebia, con anche il fantoccio del Sindaco Farioli

Ti potrebbe interessare

San Vittore Olona si prepara al suo “Mulino Day” 2021

Ritorna il "Mulino Day", a San Vittore Olona: il fine settimana dedicato alla valorizzazione dei mulini del territorio, simbolo di storia, natura, tradizioni agroalimentari, cultura popolare. Il “Mulino...

Cinema, musica, teatro, cabaret, fotografia: ecco il programma di “Estate Viscontea 2021”

E’ stato presentato questa mattina, martedì 15 giugno, il programma dell’iniziativa denominata “Estate Viscontea 2021”, la rassegna di eventi culturali promossa dal Comune di...

Paura sul treno Milano Centrale – Taranto: va a fuoco il locomotore

E’ successo questa mattina, martedì 15 giugno, poco dopo le 7: un principio di incendio si è sviluppato nel locomotore del treno Intercity 605,...

Via libera ai lavori alla funivia di Monteviasco

Come confermato dal sindaco di Curiglia con Monteviasco, Nora Sahnane, l'Ustif, Ufficio speciale trasporti a impianti fissi, ha dato il nulla osta a procedere...

Giobia, gioebia, giöbia, gioeübia, giôbia. La vecchierella impagliata e fatta ardere per scacciare i rigori dell’inverno ha sempre stimolato la fantasia dei bustocchi. A cominciare dalla grafia che, in barba ai tentativi di individuare la forma corretta, produce sempre un gran proliferare di versioni, spesso improbabili e fantasiose. Dalla linguistica al pupazzo di stracci e cartapesta il passo è breve. Quest’anno in piazza Santa Maria si contano sei giobie. La più grande è quella della Famiglia Bustocca. Non poteva essere altrimenti. Rappresenta il sindaco Gigi Farioli un poco dimagrito, ma pur sempre enorme, nell’atto di abbracciare la sagoma della vecchierella. Il vero Farioli non poteva mancare di tributare un saluto mattutino al suo pupazzo. Quelli del Quarantacinque giocano con i numeri e celebrano i 150 anni dell’elevazione di Busto a città. Il movimento giovani padani veste il premier Renzi e la ministro Boschi da membri della Banda Tassotti. La classe del ’47 dedica la giobia ai nonni, mentre il Cai mette tutti sul pulmino in direzione delle piste di sci sui monti innevati. Da segnalare anche le giobie dei vari istituti comprensivi della città e dell’Ite Enrico Tosi, realizzata con la collaborazione dell’associazione nazionale vigili del fuoco, sezione varesina.

Carlo Colombo

Articoli correlati

BUSTO ARSIZIO – La tradizione della Gioebia in citta’ ed in altri Comuni della zona

A Busto Arsizio, giovedì 28 gennaio si rinnova la secolare tradizione della Giöbia: nei cortili e nelle piazze della città si darà fuoco al...